domenica 10 gennaio 2016

arriva Mitchell


Prima di scrivere qualcosa di sensato circa la Dinamo, ho voluto attendere i risultati di due partite abbastanza cruciali: quella contro Milano e poi contro gli ungheresi del Szolnoki Olaj . Però vorrei ringraziare le dodici persone che hanno letto il mio blog negli ultimi giorni: vi ringrazio, appena possibile vi inviterò tutti in pizzeria, a prezzo ridotto, un tavolo per noi potrebbe anche bastare. 
La prima sconfitta targata Dinamo del 2016 è arrivata il 2 gennaio contro Olimpia Milano, con un risultato assolutamente netto: 50-87. Una cosa mai vista almeno a queste latitudini. Mi ero seduto davanti alla tv con tanta speranza, reduce dall'immagine bellissima e finalmente positiva della Dinamo vittoriosa contro Reggio Emilia e Pistoia. Meglio di così non poteva andare. Addirittura all'Olimpia mancavano Cerella, Hummel, Sanders e anche il simpaticissimo Alessandro Gentile era a mezzo servizio. Tutto è andato bene (più o meno) fino al primo quarto, finito 16-10 per i locali. Dal secondo quarto in poi si è assistito ad un incubo, con una sola squadra in campo e la Dinamo incapace di apprestare una sia pur minima difesa rispetto alla continua transizione Olimpia. Questo tempino è finito 31-10 per Milano, significa che continuando a quel ritmo la Dinamo avrebbe potuto perdere di oltre 100 punti. Al terzo tempino si era sul 66-40, con un vantaggio incolmabile da parte di qualsiasi squadra di questo pianeta...è stata una brutta figura in diretta TV che tutti ci saremmo voluti risparmiare. Sinceramente non ho più guardato la partita, mi sono sdraiato su un divano e ho atteso...come si attende nella cabina di una barca a vela la fine della tempesta. Ogni tanto alzavo il capo e davo uno sguardo al televisore, ma il divario aumentava, la Dinamo era assente dal campo. Addirittura un -26 alla fine del terzo quarto, prima dell'ultimo superfluo finale di partita. Coach Calvani ha chiesto scusa in sala stampa e tutti sono andati via a testa bassa. Il motivo di questa debacle è ignoto, soprattutto se raffrontato alle buone procedenti. Nessuno sa perchè il 2 gennaio la Dinamo è salita sull'aereo ed è rimasta a bordo dell'aviogetto, perchè sul campo di Assago realisticamente non è mai entrata. Ma non bastava, perchè il giorno dopo (3 gennaio domenica) ho rivisto uno spezzone di partita in pizzeria, su un megascreen, e l'incubo si è nuovamente materializzato. Meglio non guardare e pensare alle cose belle della Dinamo. 
5 gennaio 2016 - prima partita di Eurocup della Dinamo a Szolonok, città di 70.000 abitanti posta a 100 km da Budapest. Per questa partita si erano mossi da Sassari alcuni tifosi, che mi hanno raccontato l'autentica figuraccia fatta contro la non trascendentale squadra campione d'Ungheria (non esattamente una superpotenza cestistica del Vecchio Continente). Si è giocato in una palestra allargata da 1500 spettatori, costo del biglietto € 2,50 in ogni settore (prezzi popolari!). L'unico giocatore su buoni livelli è stato David Logan. Permane il mistero di Joe Alexander: dopo un inizio folgorante, con molti inserimenti nello starting five da parte di Meo, l'americano è via via calato fino alla partita contro Darussafaka di Instanbul. Quel giorno Alexander segnò ben 17 punti con +15val. Poi si è eclissato lentamente, è finito spesso in panchina, di pari passo con le crescenti voci circa un suo taglio, che a questo punto sarebbe sventato. Nel frattempo, il giocatore viene attaccato continuamente sui social network per il suo presunto atteggiamento snob ovvero "disinteressato"; dicono che lui non esulta mai quando fa un canestro. Anche Dyson e Sanders l'anno scorso non esultavano quasi mai, almeno fino ai play off, poi si è visto chi ha vinto lo scudetto il 26.6.2015. 
Eyenga 
Dopo un bombardamento mediatico di mesi nel corso dei quali i tifosi hanno stalkerizzato la società richiedendo nuovi innesti, nonchè il taglio dei tre reprobi (Petway-Varnado-Eyenga, ormai sembra quasi una formula chimica tossica o una filastrocca da far mandare a memoria ai bambini delle elementari), finalmente arriva Tony Mitchell. L'ala americana, classe 1989, nativo della Georgia, è stato il top scorer della stagione scorsa. Il rookie che ha trascinato la matricola Trento fino ai play off (con la sua eliminazione targata Dinamo, come è noto). Evidentemente è stato toccato il primo settore in sofferenza, dato che di giocatori del calibro di Brooks e Sanders quest'anno si sono perse la tracce. Dire che è un'ala  significa tutto e nulla, trattandosi di giocatore mobilissimo, dotato di inventiva, poliedrico che verrà impiegato in diversi ruoli. Ecco un video youtube di Mitchell (i famosi video che "non contano nulla" secondo gli esperti: gli stessi tuttologi ci fanno sapere che lui non ha un gran carattere. E stica, direbbe il Grande Capo, sappiate che a tratti anche io ho un caratteraccio, soprattutto se mi scocciano). 


Ed ora qualche notizia sparsa; a seguire il prossimo calendario sportivo della Dinamo. 
Il 30 dicembre 2015 la Dinamo ha giocato una gara di beneficenza contro DinamoLab, la squadra del basket in carrozzina. Hanno vinto i simpaticissimi ragazzi del DinamoLab grazie ad un canestro segnato all'over time. Tra le file Dinamo, ho visto Varnado, Formenti, Sacchetti, S. Sardara (che in segno di protesta ha giocato con la maglia di Petway), David Logan (autore di parecchi canestri segnati da seduto, che non è la posizione ideale), ed altri ovviamente in chiara difficoltà. Una simpatica serata tra amici.   
Si vocifera di un ingaggio di Dave Moss, fortissimo giocatore ex Siena ed ex Milano. La fonte è autorevole ma va presa con le pinze Al momento si trova ad Ankara, non per visitare la città in cui è nato il grande Joe Strummer, ma per giocare nella locale squadra di basket. L'unico fatto certo è che la società sta per ingaggiare un pivot (5), che faccia riposare ogni tanto Jarvis Varnado, il quale ha perso l'esplosività nelle gambe degli anni a Pistoia e Roma. 
Infine, Jerome Dyson è stato protagonista di un oscuro episodio (ma non troppo, per i bene informati) all'uscita da una discoteca torinese. Sarebbe stato aggredito da dei facinorosi, e si sa per certo che ha riportato lesioni piuttosto gravi che lo costringeranno a un riposo forzato. Sono finiti i bei tempi algheresi del Ruscello e delle poche, tranquille discoteche sarde. Eccolo qui, con il suo inseparabile amico Sanders. Beata gioventù. 
Buona fortuna Geronimo, la prossima volta fatti valere, entra con una body guard, oppure parla prima con i promoter del locale. 
Edit : brutte notizie per il nostro Jerome-  Si consiglia un buon avvocato e, per il futuro, stare alla larga dai locali notturni. 

Calendario delle operazioni.
alle 20,30 del 13.1.2016 la Dinamo affronterà al palazzetto in Eurocup i fortissimi turchi del Galatasaray.
il 17 gennaio i nostri devono giocare a Cremona, la squadra dell'ex Cusin. All'andata la Dinamo aveva vinto dopo un over time.
20.1.2016, trasferta a Saragozza, squadra che ad inizio stagione aveva ingaggiato il grande Drake Diener (messo fuori rosa per gravi problemi sanitari - auguri ManDrake!).
il 24.1.2016 arriva a Sassari il Cantù; la squadra del magnate/giocatore russo all'andata è stata battuta al Pianella in una storica performance, uno dei picchi di questa stranissima stagione fatta di alti e bassi.
il 27/1 viene a Sassari il Saragozza e infine il 31/1 la Dinamo volerà fino a Brindisi in quella che è da anni una vera classica del Southern basket italico.
Forza Dinamo. Ovviamente non si molla mai di un centimetro.


3 commenti:

Nella Crosiglia ha detto...

Guarda mi sono sempre piaciuti gli autentici sostenitori di una squadra, ma quelli veri che lottano soffrono si fanno del male ..e in questo ti ci vedo, intuisco la passione, il dolore , la sofferenza , la delusione e la gioia. Io ho visto giocare poche volte la Dinamo, perchè non seguo molto la pallacanestro ma ti prometto che oltre ad essere una sfegatata genoana, da oggi in poi ricorderò questa squadra con simpatia.
E mi sono pure iscritta..vuoi ricambiaree ne sarei strafelice..
Abbraccio notturno e grazie
http://rockmusicspace.blogspot.it/

SoloDinamo ha detto...

ciao Nella...grazie per il tuo commento. Hai colto nel segno, io tifo, e anche troppo a volte. Oggi siamo contenti perchè la Dinamo ha battuto il Galatasaray Istanbul in eurocup. Prima volta in assoluto, qquest'anno, nel campionato continentale.
alla prossima, per parlare del grande Bowie, e forza Genoa!
grazie di nuovo
g.

Skywalkerboh ha detto...

Bella rilfessione sull'atteggiamento di alcuni "tifosi".
Speriamo che Mitchell dia quella imprevedibilità in più che ci manca, e che entri nei giochi per cooperare.
Sul 5 in arrivo: spero sia uno grosso davvero, che prenda tanti rimbalzi e faccia spazio sotto.