giovedì 6 marzo 2014

Dinamo in 5, Alba in 8: vince Berlino 83-91

Capisco che il titolo è "pesante", ma che ci posso fare? Quando vedi anche gli anziani - che siedono nei numerati - alzarsi in piedi ad urlare proteste, e soprattutto quando vedi il più pacato di tutti - Meo - gesticolare e vociare contro gli arbitri, capisci tutto.
        
Sia chiaro che Berlino ha giocato una buonissima partita. In difesa i tedeschi hanno raddoppio altissimo nel perimetro sui nostri porta-palla e nei pick and pop (il sale del nostro gioco) avevano pronto il rapido flottaggio da basso verso alto sul'arco; mentre in attacco hanno messo importanti buzzer-beaters accolti dagli dei del basket, ma soprattutto hanno bucato la nostra difesa con penetrazioni centrali cui seguivano precisi scarichi sulle tacche dove i lunghi in nero hanno raccolto tantissimi punti preziosi. E poi coach Obradovic con la sua girandola infernale di cambi (voleva entrare nel guinness dei primati?) ha tenuto sempre freschi quintetti in campo, quando invece la Dinamo altrettanto non poteva fare (ah, se ci fosse stato Jack su Logan!). Però.... l'amaro in bocca resta.
              
Jagla su Caleb: gli hanno permesso tutto
     
Già... ricordavo uno dei tre arbitri visti ieri: l'ultima volta che è venuto a Sassari ha dispensato falli tecnici frammisti a irritanti provocazioni ai giocatori (pensavo fosse una prerogativa degli arbitri italiani, questa, mi sbagliavo), e ieri non è stato da meno, anzi: non sono stati da meno tutti e tre. Fischi sul perimetro (dove sono volate botte e spinte): quasi nessuno, salvo alcuni casi eclatanti. Fischi sotto canestro: poca roba, la tonnara ieri era aperta, e chi è più grosso raccoglie sempre. Fischi sulle penetrazioni (gli hand-checking): ecco, qui si è visto qualcosa, per fortuna, ma è davvero poco. Una pochezza tecnica imbarazzante unita a una spocchia irritante hanno prodotto un servilismo alla capitale teutonica che con lo spirito sportivo non c'entra assolutamente niente. Berlino, la capitale (e quindi?), non aveva bisogno di essere sospinta alla vittoria: aveva (ha) già le qualità per arrivarci da sola. SASSARI invece è una piccola città di provincia: perché deve essere trattata equamente al cospetto della metropoli? Andatelo a chiedere a quelle tre amebe, se riuscite a sopportare la visione e la vicinanza di quelle tre brutte facce.
           
Stojanovski su Massimo: così gioca Berlino
        
Dal primo quarto! Dal primo quarto si è assistito a questo spettacolo ridicolo. Chissà cosa sarebbe successo se si fosse assistito a un arbitraggio equo ed equilibrato (dovrebbe essere la normalità, ma non lo è stata ieri)... forse l'Alba avrebbe vinto lo stesso, forse SASSARI avrebbe potuto giocarsi le sue carte senza quei fetidi ceppi. Mi spieghi poi qualcuno perché se su una nostra rimessa post canestro ospite TD#12 riceve palla, Logan arriva, lo colpisce col gomito sulla spalla e poi si butta a terra, e l'arbitro fischia fallo al nostro play, egli si gira a dire: "What?" e si becca pure il fallo tecnico. Qualcuno me lo spieghi. Questa è fantascienza. Ma che Logan fosse un flopper si sapeva.
         
       
Smettiamo questa lamentela (ah, in quanti state sorridendo? gli arbitri fanno parte del gioco: non scordatelo) e torniamo al match. Ho scritto sopra come ha vinto Berlino, in alcune scelte difensive e offensive. La Dinamo, ora. Ancora indietro Marques, ancora bene Tessitori. Ottimo Massimo Chessa: di lui ci si può fidare, ma non è una sorpresa, semplicemente abbiamo una piacevole conferma. Gli altri: se sono stati sotto tono è stato per le attenzioni difensive al limite del penale dei teutonici ma anche per le arrabbiature post scempiaggini arbitrali che hanno prodotto minore concentrazione. Sinceramente non mi sento di criticare nessuno: SASSARI ha segnato la sua media punti. Dietro in difesa occorre trovare la contromisura alle pentrazioni centrali. Fossi in Meo proverei una box-and-one quando in campo c'è Logan (l'unico tiratore puro dei crucchi) marcando appunto lui a uomo (spero torni Jack). Altra nota positiva: i forti raddoppi sull'arco è vero che hanno bloccato le nostre bocche da fuoco, ma quando la Dinamo ha avuto la lucidità nel leggere bene questi adeguamenti la palla è stata servita a Drew, che ieri ha violentato il canestro con schiacciate squassanti. A proposito di pivot: un po' di "cura Eze" ieri non avrebbe guastato, ma purtroppo in Eurocuop non può giocare.
      
Detto questo, guardiamo avanti. Sabato si va ad Avellino, campo caldo, squadra potenzialmente letale. Poi martedì si vola in Germania. Che arbitraggio avremo là? Credo che quella sarà la variante più importante. Giusto?
         

1 commento:

story teller ha detto...

Direi che concordo. Vedere Meo Sacchetti imbestialito dopo pochi minuti è cosa più unica che rara. I nostri hanno pagato l'inesperienza (voglio credere che Berlino avesso "solo" più esperienza) nel gestire questo tipo di partite. Berlino, evidentemente, sapeva bene cosa aspettarsi dal'arbitraggio e l'hanno sfruttato bene specie nel primo quarto. Rimane il rammarico, per noi, che nonstatnte tutto li avevamo riacciufati e suoerati. Peccato, ma quel tecnico a Travis... proprio non lo mando giù...