domenica 26 gennaio 2014

Sconfitta giusta, difesa ridicola. Cantù vince 99-95


Oggi si poteva vincere, e "sfatare il tabù del Pianella", ma la Dinamo SASSARI ha fatto acqua da tutte le parti in difesa. Non è bastato avere percentuali migliori degli avversari da 2, da 3, ai liberi, catturare più rimbalzi e dare più assist... con queste voci statistiche in attivo si vince ovunque, a meno che non sei la Dinamo di oggi, e infatti si è perso. Sul banco degli accusati ogni singola non difesa sui pick and roll giocati da Cantù: triple regalate - alcune voltando la schiena agli avversari! - penetrazioni concesse senza colpo ferire con scarichi sulle tacche, dove i lombardi hanno raccolto di tutto. Chi se ne frega se si sono segnati 95 punti: sul groppone ce ne sono 99 e la metà è stata regalata... brucia da matti.
        
Fatelo riposare!
           
Bastava poco, poco così: Cantù agonizzava e non riusciva a difendere, e se non fosse stato per gli arbitri, anche oggi indecenti con 28 liberi concessi ai padroni di casa e solo 13 a noi, Cantù sarebbe stramazzata al suolo. Eppure nonostante l'arbitraggio da inchino ai padroni di casa la Dinamo era sempre lì. Ci ha pensato Gordon, a lungo devastante (cifre impressionanti) a cadere nell'inganno di Jones mandato in missione provocatoria da Sacripanti (un coach preparato, ma abile anche a ingegnare quelle truffe su cui Gordon è cascato come un pivello): Drew si è fatto fischiare due falli tecnici ed è uscito dal campo (5 falli, ma al secondo tecnico c'è l'espulsione) anzitempo. Regali, regali.
        
Una cascata di tiri liberi per Cantù, e una pessima difesa di Sassari. Ecco tutto. E questo davanti a un pubblico e una squadra di casa che protestavano su ogni singola cosa, giusto per tenere alta l'intimidazione sulla prona terna in arancione. Per non parlare di due "telecronisti" (mi scuso con la categoria per l'utilizzo del termine) che hanno palesato limiti imbarazzanti nella conoscenza del regolamento e hanno guastato la visione dell'intero match (giuro che non mi lamento più di alcuni che abbiamo avuto noi in passato, soprattutto quello prestato dal calcio).
         
In netta ripresa
        
La sconfita brucia, ma è meritata: la Dinamo ha concesso canestri facilissimi in chiusura di tutti e quattro i quarti. Dove ca...spita vogliamo andare con un atteggiamento così? Dov'è quella ferocia agonistica che l'anno scorso queste partite ce le faceva vincere? E' da ritrovare.
        
Detto questo fuori dai denti (e pazienza se qualcuno ci rimane male: noi non serviamo padroni, detestiamo buonismi e finti sorrisi) ci sono comunque da annoverare vistosi passi avanti nella ritrovata condizione di Drew e soprattutto Travis. Oggi la Dinamo in attacco ha fatto vedere cosa succede quando la palla gira e i giocatori si cercano invece di fare ognuno di testa sua, oggi abbiamo rivisto alcune giocate di una bellezza abbacinante... sì, è stato tutto vanificato dalla difesa, ma almeno da sorridere c'è. E c'è da sorridere anche perché nello scontro diretto la Dinamo è in vantaggio, anche se dubito che raggiungeremo Cantù in classifica (però lo spero). La luce fuori dal tunnel la si sta avvistando. Una cosa però mi preoccupa: troppi "se" e poca sostanza.
          
Stai più attento Drew
           
Passiamo ai singoli, e iniziamo con lo starting five. Marques: un paio di canestri, 9 assist e 3 palle perse per troppa foga; in difesa ha patito ogni singolo giocatore che ha affrontato, ed è parso più stanco del solito (è un mese però che tira la carretta, ci può stare). Drake: riparte in quintetto, ottime percentuali dal campo, 5 assist e solo 3 falli subiti sanzionati, che hanno prodotto la solita indecente miseria di 2 tiri liberi avuti dalla terna; continua l'atteggiamento delinquenziale degli arbitri nei suoi confronti, e la cosa ha smesso di puzzare, perché ora è certo quello che non scrivo e tutti avete capito. Omar: la peggiore partita da quando è a Sassari... il doppio impegno settimanale lo sta spegnendo, è stato il peggiore in campo (-4 la valutazione), da salvare solo i 4 rimbalzi; bisogna farlo riposare, e bisogna farlo martedì a Dunquerque. Caleb: sa segnare e lo sappiamo, oggi ha preso anche 5 rimbalzi ma ha perso 4 palloni (a fronte di nessun recupero), però ha pesato di più per come ha sbagliato ogni difesa sui pick and roll lombardi; le sue responsabilità su questa sconfitta sono maggiori di tutte quelle dei suoi compagni messi assieme; ma bisogna anche dire una cosa: l'organizzazione difensiva della squadra oggi faceva pietà (e chi ha orecchio da intendere, faccia pure). Drew: le cifre migliori della serata (11 su 15 dal campo, 10 rimbalzi, 31 nella valutazione), coi nostri play si trova benissimo, ma deve imparare a tapparsi la bocca! E' vero che gli arbitri ci hanno massacrato, soprattutto nel secondo tempo quando Cantù ha avuto tiri liberi a secchiate, ma i suoi 2 falli tecnici sono da ceffoni, e Meo glieli darà sonoramente (la litania l'ha iniziata in campo).
       
        
           
La panca. Travis: bentornato TD#12! 9 punti, 2 rimbalzi, 7 assist; ma anche 2 liberi sbagliati nel momento caldo; prestazione comunque buona. Jack: una tripla, ok, ma tre passaggi buttati nelle mani degli avversari; buona difesa sugli esterni canturini, i quali se non hanno fatto sfracelli... sappiamo perché. Brian: 2 triple, botte da orbi, ma è stato eccessivamente bastonato dagli arbitri; la rimonta è arrivata con lui in campo. Manuel: un solo minuto (ottimo), se ne avesse giocato almeno 10, tutti al posto di Caleb, la Dinamo forse avrebbe vinto, perché Manuel ha testa e voglia di difendere, Caleb spegne tanto, troppo, dietro (come accende tanto dall'altra parte). 
        
Meno male che Venezia ha perso, restando a 2 punti da noi. Tiriamo avanti: i segnali ci sono, basta che non restino solo tali. Forza ragazzi!
      

5 commenti:

ilbattelloebbro ha detto...

ieri ero al pianella e, come l'anno scorso ai playoff, il pubblico ha avuto una parte attiva sull'andamento (e il risultato) della partita... e, tanto per essere chiari,non parlo di buon tifo, di sostegno alla squadra bensì di un delinquenziale condizionamento sulla terna d'arancio vestita...con tutte le nostre pecche di ieri credo che, se si fosse giocato per assurdo in un campo neutro, avremmo comunque vinto la partita... le polemiche sugli arbitraggi saranno pure noiose però a volte non sono semplici scusanti di parte, a volte sono manifestazioni di oggettivi dati di fatto... concordo con voi su quanto dite sul nostro mandrake, un giocatore così pericoloso e tecnico, che subisce sempre "trattamenti particolari" dalle difese avversarie, dovrebbe come minimo tirare una ventina di tiri liberi a partita ma evidentemente (e drake a me piace così com'è!)non ha fatto il corso di tuffi che hanno fatto hackett o aradori...

voi elogiate spesso il nostro marques, che di classe ne ha tanta, però... dio quanto ci manca il nostro TD! in italia nessuno sa far girare la squadra come lui... come dice la foto del vostro post, "forza TD, ti aspettiamo!"

Skywalkerboh ha detto...

Per il gico offesnivo di Sacchetti, TD è più adatto, lo dico sempre anche io.
Sulla difesa sarei più su Maqrues.
Sono entrambi due giocatori fantastici: sono i due giocatori che hanno vinto le ultime classifiche degli assist, non scordiamolo :)
La squadra è in ripresa.

ilbattelloebbro ha detto...

... non sono un amante delle sviolinate però devo dirvi che apprezzo sempre i commenti e le analisi di questo blog, siete tifosi competenti e obbiettivi...

...a me l'anno scorso faceva impazzire becirovic, mezzo rotto, sciancato, ma quanto talento, quanta esperienza, quanta intelligenza cestistica!
a proposito della sfuriata di meo per il secondo tecnico fischiato a drew, porca miseria, meo era davanti al nostro spicchietto di curva e.... quanto era indiavolato eheheh

il 23 feb sarò a varese, ci sarà anche the president... speriamo bene, forza dinamo!

SoloDinamo ha detto...

la partita l'ho vista in TV, ma era palese il condizionamento della stessa dovuto al particolare tifo del palazzo di Cucciago.
Un curioso mix tra basket e corrida, che da decenni viene tollerato dal basket italico. Il pubblico locale neppure si pone il dubbio che "forse" in qualche occasione si esagera, che "forse" si dovrebbe provare a vedere le partite non come se fossimo in Grecia, ma con UN MINIMO di distacco e di rispetto per arbitri e avversari.
Nulla da fare, fatica inutile. E' come andare alla Oktober Fest e declamare a tutti i presenti di piantarla finalmente ... con l'abuso di birra :)
La Dinamo mi è sembrata in buona ripresa, più concentrata e più lucida sul piano atletico, segno che la bruciatura presa con i francesi in settimana ha pesato molto. Per quanto riguarda Gordon, non penso che la responsabilità della sconfitta pesi tutta su di lui, anche se devo dire che il pubblico lo beccava continuamente (e anche TRAVIS, reo di chissà che cosa). Sfido chiunque a mantenere la calma in quelle condizioni, con Jones che spingeva e sgomitava, anche se in verità "fuck off" (il labiale era palese) è un epiteto che conoscono ormai tutti, figuriamoci gli arbitri ben dotati di udito e fermi a un metro e mezzo di distanza.
L'anno scorso FlashDrew fece la stesso errore, cadendo nel tranello della corrida= provocazione & ritorsione,ora speriamo che venga catechizzato a dovere; peccato, perchè una vittoria a Cantù sarebbe stata la più bella medicina contro la jella..
Mercoledì sbarco in Normandia, e mi aspetto una bella sorpresa.
Forza Dinamo, sempre

SoloDinamo ha detto...

Sani Becirovic? L'avrei riconfermato a fine stagione, ma evidentemente la cosa non fu possibile; idem per Gordon, anche se la dirigenza ha rimediato all'errore (a dire il vero si parlava di uno ritorno negli USA, anche se poi prese la strada della Turchia).
Grazie per gli apprezzamenti..