giovedì 28 novembre 2013

Pazza vittoria a Bilbao, fra canestri impossibili e botte da orbi: 91-93!

Amici, oggi mi sono seduto davanti al televisore dicendo a me stesso: "Come andrà, andrà. Pazienza se si perde. Oggi non mi agito". Le ultime parole famose! Una battaglia senza esclusione di colpi, ben pompata da un arbitraggio ai limiti dell'imbarazzo: tre fischietti fra l'altro giovani che tecnicamente hanno mostrato una pochezza che ha compromesso l'esito della gara.

Raul Lopez: una magia che per fortuna...

Eh sì: bisogna dirlo. Dopo che per tutta la partita ai padroni di casa sono state permesse spinte d'ogni tipo, alcune delle quali evidenti (per esempio almeno 5 su Drake in penetrazione), nell'ultima azione non è stato sanzionato uno spintone - con botta annessa - del nostro Cuore di Capitano, Manuel Vanuzzo (il quale ha mostrato sagacia tattica, adeguandosi bene a quanto concesso dai tre in blu); Bilbao perde palla e Travis vola verso l'altra metà campo ad abbracciare Omar Thomas.



Pazza Dinamo: avvio in sordina, lenta ripresa, sorpasso e mani sulla partita, e poi il non fallo su quella tripla di Raul Lopez da 17 metri che ha mandato le squadre ai supplementari. Meno male che si è vinto, ragazzi: se TD#12 avesse fatto fallo i baschi avrebbero avuto due tiri liberi, ed erano sotto di tre, e adesso staremmo scrivendo commenti differenti.

Omar Thomas: il suo valore sta venendo fuori alla grande

Ma è andata bene. Le foto più fulgide della partita sono state le botte da orbi a Drake, la crescita di Omar - vero dominatore - e gli errori di Brian sui tiri aperti. A fare e disfare questa pazza Dinamo è bravissima, ma il carattere e la forza mentale si stanno forgiando giorno dopo giorno. E ricordiamo anche che la Dinamo SASSARI per arrivare a Bilbao ha dovuto affrontare un viaggio massacrante. Forse la cosa che ha pesato di più sono stati i rimbalzi: 44-43 per i sassaresi, e contro una squadra lunga, grossa e "manilonga". 


La situazione nel girone è interessante. Sassari e Zagabria a 5 vittorie, Bilbao e Oldenburg a 4, Chalon invece 3 e infine Charleroi che chiude a 0. I primi tre passano al mega secondo turno: 32 squadre con gli innesti degli "scarti" dell'Eurolega. Senza pause.
 * * * * *

Dicevamo: senza pause. Domenica si vola a Venezia dal nostro amico Zare. Reduci da due vittorie favolose - in casa con Milano e a Bologna - i lagunari stanno finalmente trovando la quadratura del cerchio. Il roster dei veneti è lungo e grosso. Io temo particolarmente Andre Smith e Luca Vitali. E poi c'è . . . our boy: Tony Easley.

Soooooo Slim! LEGGO!

Le cifre di Tony in questo avvio di stagione sono più basse rispetto a quelle che abbiamo letto quando Tony giocava per noi: 7 punti di media (high: 12), 4 rimbalzi (high: 8) e un buon 70% da due punti, ma anche il 46,7% dalla linea della carità. Tony non ha i pick and roll di TD#12 ad aiutarlo, ma attorno a lui la squadra sa passare bene la palla. 
Già: Venezia si è ritrovata e sta giocando bene. Una trasferta quindi davvero ostica, fra l'altro in un palazzetto sempre caldo. Chiari, Vicino e Calbucci i tre arbitri. Ricordate che la partita andrà in diretta su Raisport2 alle 20:30.

1 commento:

SoloDinamo ha detto...

quasi quasi non ci credo. La Dinamo ha vinto a Bilbao. Lassù in vetta in Eurocup. E ora aspettiamo come lupi quelli di Zagabria. NOn so a voi, ma quella sconfitta in terra croata mi ha dato fastidio.
Forza Dinamo! E forza Drake.