domenica 27 ottobre 2013

Ancora nel segno di Drake, schiantata Pistoia 100-87

Save private ... DRAKE !
Sulla vittoria della Dinamo di oggi ci sono tantissime cose da dire, e allora cerchiamo di mettere in ordine le idee. Partiamo da Travis e Marques che scherzano fra loro sorridenti in mezzo al campo, smazzano 9 assist e segnano canestri importanti. Nella prestazione dei due play - a lungo assieme nel finale - c'è il meglio della partita: se Drake oggi ha sparato triple con la mitraglietta è anche merito di chi lo ha innescato.

Travis e Marques... fantastici alcuni loro assist in corsa, su uno di questi Linton Johnson è volato sopra gli avversari per inchiodare una schiacciata che entrerà negli annali della Dinamo. Marques e Travis... il primo mette a sedere per terra Meini con le sue finte e spara la tripla della sicurezza, il secondo manda al bar due avversari con finta, giro sul perno, step back e "nothing but net". Oggi il palasport di Sassari ha assistito a una prestazione in "cabina di regia" da parte di questi due campioni davvero impressionante.

Prendetegli il DNA e clonatelo

E poi Drake, che ha realizzato i suoi 29 punti segnando quasi tutto nel primo e nel terzo parziale, mettendosi a disposizione dei compagni nell'ultimo. 35 di valutazione, ancora una volta il migliore della giornata. Ci sono stati dei momenti in cui appena alzava la mano per tirare il popolo biancoblu già ruggiva di gioia. Ve ne siete accorti?

La partita però non sta solo negli esterni (ah, più minuti per Lobito oggi, senza Jack) più piccoli. Sta nella pazienza di Omar Thomas, che ha selezionato i tiri e saltato bene a rimbalzo, sta nella crescita di Caleb Green e Linton Johnson, nelle spallate di Tessitori e Brian Sacchetti, e nei pochi minuti di sostanza del capitano Vanuzzo.

Era assente Jack e si è visto. Non ingannino i 100 punti segnati. Si rifletta invece su come Pistoia oggi abbia potuto segnare 87 punti pur giocando una partita appena sufficiente. La Dinamo ha concesso molti canestri allo scadere, e Meo si è imbestialito più volte (vedi le dichiarazioni in tribuna stampa); e poi la terna - che ha avuto il grande merito di non provocare mai giocatori e pubblico - dicevo, la terna ha concesso molti tiri liberi agli ospiti (quasi il doppio rispetto ai padroni di casa: 25 a 13, vabbé...).

La Dinamo ha vinto perché quando ha difeso è riuscita a correre, e perché Pistoia ha fatto molti errori difensivi da mettersi le mani nei capelli. Chiedere comunque la perfezione ai ragazzi di Meo è ingiusto: 100 punti segnati, tanto spettacolo: insomma quello che piace anche al sottoscritto e al pubblico. Già, il pubblico... che oggi ha dato allo Sport una grande soddisfazione quando ha ruggito di protesta - anche con fischi - all'ennesimo coro di insulti di una parte del Settore C per il quale la dietrologia e le antipatie perpetue oggi sono state più importanti del tifo in sé. Sappiamo tutti cosa è successo alcuni anni fa ai tifosi di Sassari in terra toscana. Ma è anche vero che è passata molta acqua sotto i ponti, e stare ancora oggi a lanciare ripetuti cori di insulti all'indirizzo della tifoseria ospite è davvero misera cosa. E mi dispiace molto soprattutto perché i capi del Commando li conosco personalmente da tanti anni, e non sono dei ragazzini, ma degli adulti. Fossi in Sardara addebiterei la multa (che probabilmente verrà appioppata) alla tifoseria organizzata. E non aggiungo altro.

Meo, pensieroso
Tornando alla partita, annoveriamo le alchimie tattiche di coach Paolino Moretti (quello che ha vinto tanto nella Bologna che conta): zona 2-3, 2-1-2, match up, ma una "uomo" rivedibile; pessimi gli accoppiamenti sui nostri contropiedi primario e secondario; e annoveriamo anche le rotazioni col bilancino del nostro Meo. C'è una Eurocup da giocare, e martedì vengono i francesi del Chalon.


Aggiungiamo qualcosa sui singoli, anche se ho già detto molto. 
Il quintetto ha avuto in regia come starter Marques Green, il quale ha fatto vedere le cose migliori nel secondo tempo; per lui ottime percentuali dal campo e ben 4 recuperi, oltre a 4 assist. Drake: incredibile, paziente, esiziale; la Dinamo ha attraversato alcuni dei suoi momenti più confusionali con lui in panca. Thomas: il più continuo, soprattutto in difesa. Caleb Green: è venuto fuori alla distanza, e nel finale è dilagato quando Moretti lo ha fatto marcare dal giovane Cortese e il buon Caleb è stato puntualmente servito sotto le plance. Linton: alti e bassi, una stoppata pazzesca e quella schiacciata... vabbé: guardate gli highlights e stropicciatevi gli occhi.
La panchina. Travis Diener su tutti: rapidissimo, chirurgico nel scegliere dove mandare la palla e quando prendersi il tiro, 12 punti e 5 assist da applausi. Brian Sacchetti: sta segnando di meno e menando le mani di più, e ci sta: con Jack fuori buona parte del lavoro duro dietro spetta a lui. Manuel Vanuzzo: 10 minuti di sostanza, direi bene. Lobito Fernandez: con Jack fuori anche lui ha avuto più minuti del solito; impreciso al tiro, ha giocato con pazienza e un suo assist ha mandato a schiacciare Johnson. Tessitori: più ombre che luci, ma non ha paura... ha dato e preso botte senza battere ciglio; peccato per l'errore nella schiacciata.


Infine, cosa molto importante: 6 uomini in doppia cifra. Mica male, eh? Nonostante gli avversari abbiano preso 2 rimbalzi in più e smazzato 2 assist in più, nonostante loro abbiano tirato con un mostruoso 7/10 dall'arco.... bene: la Dinamo ha macinato molto più gioco, e la vittoria è meritata.

Tempo per ricaricare le pile? Zero. Dopodomani, martedì, si rigioca. Per citare l'epico Giovanni Dessole: daje Dinamo!

PROSSIME PARTITE EUROCUP :
Group B
Preview
Bilbao basket vs. Belgacom
Spirou
Oct. 29
Dinamo Banco di Sardegna vs. Elan Chalon
Oct. 29
EWE Baskets vs. Cedevita Zagreb
Oct. 30
20:00 CET

3 commenti:

SoloDinamo ha detto...

purtroppo l'allegria per questa bella vittoria della Dinamo è stata smorzata dalla notizia proveniente dagli USA: purtroppo ci ha lasciati a 71 anni Lou REED. Sarei ridicolo se dovessi mettermi a ricordare l'importanza seminale di un artista come Lou e tutto quello che ha rappresentato per il rock anni 60, 70, ma anche anni 90 (basta pensare ad un disco maturo come "New York" che consiglio a tutti di comprare o di scaricare).
Addio Lou, che la terra ti sia lieve...."un satellite se ne va/su per il cielo...".
Passando alla Dinamo, devo dire che oggi mi sono divertito anche se ho preferito l'incredibile partita contro Bilbao. Nonostante il risultato di quella partita. Diciamo che oggi Pistoia ha difeso veramente male e ha preso il suo primo centello della nuova serie A.
Di Drake Diener non posso dire più nulla perchè adoro quest'uomo, lo abbiamo già scritto una marea di volte e chi vuole può rileggere i post delle 2 precedenti stagioni.
Cosa possiamo fare ? Un monumento per drake. Una statua di gesso da regalare; un pupazzetto coccolone con la sua faccia.
Lo voglio portare al mare, in giro in barca. Poi voglio fargli assaggiare la fainè. Insomma voglio conoscerlo bene e prendermelo in groppa per fargli fare tutto il giro del centro storico di Sassari.
Io adoro quest'uomo! Che Dio benedica lui , sua moglie Gini e la figlioletta.
Infine, il pubblico....effettivamente ci sono stati episodi disgustosi lassù a Pistoia....minacce a un pullman nostro pieno di bimbi e di anziani (2009)...un bullone scagliato contro Alessandro Manca....un gruppo di energumeni che ha tentato di invadere il campo al termine di gara4 (2010), forse volevano prendere schiaffi da Vanuzzo e Kemp...chissà.
Ma proprio l'assurdità di questi episodi, e la assoluta eccentricità rispetto al concetto di "sport", deve convincerci che non si deve coltivare la vendetta ma il rispetto. Che il risentimento va addolcito con la comprensione e se possibile con l'ironia.
Dovrebbe essere sempre così nella vita...facile a dirsi !
Comunque, una bella Dinamo in crescita e sono d'accordo con il contenuto del post.

Skywalkerboh ha detto...

La multa alla fine non è arrivata.
Gli insulti fra tifoserie con sono contemplati: meno male.

SoloDinamo ha detto...

No, sono contemplati eccome: cori ostili avverso tifoseria avversaria....in altri casi sono scattate multe.
E comunque non è un problema del quale dobbiamo farci carico noi due che scriviamo su questo blog, essenzialmente per divertimento.
E' un problema di rapporti tra un gruppo di tifosi organizzati e società (che paga le multe), questo mi serve per dire che a me personalmente la questione non interessa, oppure interessa molto meno che è in passato.