sabato 18 maggio 2013

Post gara 5


videoLa7.it: IL MIGLIOR PLAYMAKER DELLA LEGA A DI BASKET 
E allora amici, ancora distrutti dalla stanchezza? Io non nascondo il (anzi vado fiero del) mio mal di gola... Ieri i ragazzi avevano bisogno di tutto il nostro sostegno e il pubblico, dal Commando al Settore D, fino ai numerati, non si è certo tirato indietro. Non è mancato niente: tanto colore, tanti ruggiti e alla fine è stata una festa.

Vi consiglio vivamente di guardare questo video che racconta in 8 minuti come vengono organizzate coreografie e colori nel Settore D. L'originale è stato uppato da http://vimeo.com/arimvideo:

Click to Open

Il secondo video invece è un collage fatto da me, con alcune azioni di Gara 5 e una colonna sonora Rock, spero vi piaccia:

Click to Open

Che dire ancora di ieri? Ho apprezzato molto alcune novità proposte da Meo, su tutte il far aprire molto la squadra per rendere difficili i raddoppi su chi attaccava il canestro, e quindi facilitare sia le conclusioni in appoggio al canestro che gli scarichi sull'arco. Cantù, che in questa serie ha scelto di coprire più l'arco che l'area - dove si è affidata molto alla potenza straripante di Alex Tyus, si è  allargata molto e di conseguenza ha concesso qualcosa di più ai nostri incursori. Altra novità di Meo: una zona molto più mobile, che ha ruotato partendo da 2-3 e ha coperto bene gli scarichi: ciò ha costretto Cantù a prendere molti tiri in evidente difficoltà, con le percentuali che poi si son viste.

A coda di questa esaltante partita che ha portato la Dinamo a condurre sul 3-2 nella serie, abbiamo letto tante brutte cose sparse per i social network. Non le riportiamo, però voglio sottolineare che dopo aver preso sputi, insulti e gavettoni di birra e acqua beh... lamentarsene non è un reato. Chiediamo scusa se siamo solo al terzo anno in serie A, non si è capito perché siccome la Dinamo non ha una storia vecchia ad alti livelli e non ha un un blasone dorato, non si abbia diritto di fare o dire alcunché.


Un bel primo piano di Tony Easley

Mi hanno colpito particolarmente alcune parole di coach Trinchieri, che condivido assolutamente. Il coach lombardo ha detto che neanche nella NBA si gioca ogni due giorni durante i playoff. E' vero, verissimo. A volte i giocatori hanno due - e non uno solo - giorni di pausa. La Legabasket quando ha deciso di far giocare sin dal primo turno 7 partite non ha pensato che poteva allungare appena i tempi di riposo. Faccio un esempio, che è anche una proposta. Oggi si gioca così: ogni 48 ore, sempre. Bene, dato che i giocatori non sono robot, e quindi rischiano brutti infortuni se spremuti così tanto, sarebbe il caso di allungare appena, facendo per esempio così: mettere due giorni di riposo fra Gara 2 e Gara 3 e fra Gara 4 a Gara 5 (ci sono infatti i viaggi di spostamento), poi ancora due giorni almeno fra Gara 6 e Gara 7. Cosa costa farlo? Credo niente: è solo una questione di buonsenso.

Voi che ne pensate?




2 commenti:

SoloDinamo ha detto...

ciao Luca sono d'accordo con te.
Le mie corde vocali hanno necessità di rimettersi per almeno...3-4 giorni...quindi la pausa mi starebbe bene nel caso :)

ma non c'è un piccolo errore nella tua foto di Manuel? ieri era gara-5
;-)
ciao

SoloDinamo ha detto...

*aggiornamento....
1562 visualizzazioni per il precedente post relativo a gara-5 (uno dei più visti di sempre, marameo a chi ha remato contro questo blog since2010, un cordiale abbraccio a tutti gli altri!).
*Aggiunto video di La7.it con bella intervista a TD#12.
*Condiviso video degli Statuto,gruppo di Torino, dedicato alla memoria di Gabriele Sandri...

buona visione a tutti !