venerdì 31 maggio 2013

identità_Dinamo

la Dinamo Eurocup a Orleans, con Binetti e Laguzzi
Meno male che c'è la Dinamo. Ma davvero !

Stasera c'era l'asta di beneficenza alla Club House della Dinamo. Un'occasione importante perché è  l'ultima volta in questa stagione in cui vedremo tutti insieme Travis, Brian Sacchetti, Jack Devecchi, Ugo Ducarello e Paolo Citrini, insomma un buon pezzo della Dinamo versione 2012-2013. Sgommando, MA SENZA VIOLARE IL CODICE DELLA STRADA, mi metto alla guida e mi precipito alla solita Club House. 
Parcheggio regolarmente e mi butto dentro. Come era accaduto l'altra volta, dalle parti di Lu Patiu di Lu Dialu (e chi non è di Sassari si informi su cosa si tratta), quando presentarono la Dinamo 2011 destinata ad atterrare in Europa. Trovo un posto comodissimo in prima fila, a tre metri da me i nostri paladini biancoblù, Travis, Brian e Jack, il presidente a fare da ambasciatore e, come al solito, a supervisionare il tutto.
Alle 19:40 in punto inizia l'asta, mi giro e ... vedo una folla incredibile dietro di me, stipata all'inverosimile dentro Casa Dinamo, diventata all'improvviso troppo piccola.
"Close my eyes and feels so many friends around me".
Non ci posso credere, l'anno scorso all'asta benefica erano presenti non più di 50 persone. Stavolta ci siamo tutti, è presente la stampa a pieno organico, molte televisioni anche regionali, i dirigenti in prima fila tutti impettiti e orgogliosi. Puntuali come un'orologio svizzero, arrivano le prime birrette "crude Ichnusa" della impeccabile organizzazione, destinate al banco della giuria. All'inizio, su sollecitazione del presidente c'è il canto dell'inno di Mameli per Travis, novello cittadino italiano.
Ennio Diana (uno dei più anziani tifosi Dinamo) regala una berritta allo stesso Travis, è solo un po' più piccola del normale, non gli sta, ma lui è ossequioso, cerimonioso e la indossa comunque. Parte l'asta, Brian tiene banco con la consueta verve e la simpatia che lo contraddistingue, si vede che si diverte e che vuole far divertire. Conosce uno per uno i tifosi delle prime file e scambia battute salaci, anche in intercalare sassarese. Partono le prime magliette, quelle del precampionato (base bianca), a prezzi assolutamente abbordabili...gli ultras del Commando stipati in prima fila se le aggiudicano con molta non chalance. Poi arrivano i pezzi forti, a mio avviso, cioè le irripetibili maglie da trasferta EUROCUP con tanto di stemmino, direi delle vere e proprie chicche. Iniziano a lievitare i prezzi e al terzo rilancio, con un blitz degno di una schiacciata di Drew Gordon, riesco ad aggiudicarmi  la #43 originale blu di Tony Easley. La festa continua, quelle versione-Eurocup volano via in un battibaleno ed è l'ora delle preziose maglie da trasferta (base blu) del campionato. La maglia di Travis viene aggiudicata ad € 320,00 , quasi una follia, molto contese anche quelle di Manuel #18 e di Drake Diener. C'è chi è disposto a spendere anche 150 euro per la maglia di Sani Becirovic, lui nel frattempo vorrebbe restare qui ed è allettato dalla serietà del club e dalla bellezza della Sardegna.
la (mia) maglia originale di Tony Easley
C'é gloria anche per le maglie di Dane DiLiegro, Gui Laguzzi e Marco Spissu. "New playmaker Dinamo's", così annuncia Travis.
Brian incalza con le gag, a un certo punto il battitore Travis, che di solito lancia noci di cocco stando seduto a tavola, sferra un' assurda martellata e spacca in due un tagliere di legno usato come base ! Ne arriva un altro, per fortuna, ma è ripieno di tartine, salsiccia sarda e leccornie, sto per svenire dalla fame ma voglio godermi un altro pezzetto di asta. 
Le signore in prima fila incalzano Travis Diener, "resta, non resta, perchè non resti con noi?". Diciamo che parla alcune parole in italiano, sta migliorando, e poi in un'altra società forse troverebbe questo ambiente entusiasta? Ci sarebbero troppe aspettative, e troppi occhi puntati, anche malevoli, quindi è meglio se lui rimane qui, anche perché deve cercare di ricomprare la maglia di Drake, suo cugino, e quasi ci riesce fino a quando non è costretto a chiudere (troppo alto il prezzo). Brian si aggiudica a 70 euro la maglia di Mauro Pinton, anzi la indossa in diretta per noi in un vero e proprio defilè. Arrivano le ulteriori maglie blu del precampionato (finalmente i prezzi vengono calmierati e diventano ragionevoli!) e a seguire le sopra-maglie, quelle che i corsari biancoblu si mettono durante il riscaldamento. Brian annuncia (scherzando) che saranno messe in vendita le scarpe rosa di DiLiegro e Devecchi all'apparecchio telefonico tratta con fare compassato i rialzi, cercando di rincuorare i pretendenti telefonici (a dire il vero nessuno è riuscito a comprare con quel mezzo). Ormai in giro c'è gente che sfoggia le maglie appena acquistate, e intorno alle 22,00 la notizia è drammatica, è finita la birra o meglio ne restano quattro bottigliette in frigo. Si spera che non vengano messe all'asta pure quelle. 
Un entusiasmo incredibile quando Sardara annuncia che sono stati raccolti € 8.200,00 (destinati in beneficenza) e che tutte, ma proprio tutte le maglie sono state aggiudicate. Nel coro finale tutto dedicato a Travis Diener, sgaiattolo fuori all'aria aperta, saluto el pueblo qui riunito e me ne torno a casa. Una bella maglia per una Dinamo da ricordare, anche se, mannaggia, quest'anno non doveva finire così ai play off.
Ma la nuova maglia della Dinamo da indossare è solo quella della prossima stagione e tutti, ma proprio tutti, sono pronti a ripartire consci del fatto che la notte del 21/5/2013 siamo maturati insieme, in quel sacrificio dell'anima siamo incredibilmente cresciuti e la prossima volta non ci porteranno più via tutto quello che ci spetta.
Forza Dinamo.
Brian , un perfetto battitore d'asta.
voglio capire perchè Travis ha tutto questo
successo con le donne. 
l'introvabile maglia di Manuel del 2010
"a tutto motore +IVA"
la maglia originale di Massimo Bini
questa maglia è di Federico Casarin



la maglia di Giuseppe Pirisi, anno 1985

Brian a Casale con una rara maglia priva di sponsor
Travis al palaMaggiò nel suo primo campionato italiano


ancora Easley, in evidenza l'emblema Eurocup

"crazy" Banks
la maglia di George Banks, campionato '97-'98

7 commenti:

Skywalkerboh ha detto...

avessi avuto soldi....

qui a casa abbiamo avuto un quasi infarto: quando TD#12 alla fine ha dichiarato che voleva dire una cosa a telecamere spente ed è stato bloccato lo streaming, abbiamo dato di testa....

uff...

SoloDinamo ha detto...

ecco, questo accade perchè tu hai speso tutto per il nuovo tour di Bruce :) ...
non lo so che cosa ha detto Travis alla fine, però ricordo bene che una tifosa della quarta fila a un certo punto lo ha fissato negli occhi e gli ha chiesto "rimani qui?", lui è diventato un po' rosso in viso e ha fatto "eeeh vediamo, vediamo", con un sorriso furbetto che ha mandato in un brodo di giuggiole una vasta platea femminile ivi presente ....
OK a lunedì in aeroporto !!!
"Grab your tickets and suitcase,
thunder's rolling down this track"...


all aboard! Bruce a MI-LA-NO !

ss ha detto...

E comunque ho battuto tutti i record con 5 maglie aggiudicate. La causa di divorzio intentata da mia moglie procede spedita...

Skywalkerboh ha detto...

ti salvo io: regalamele

ilbattelloebbro ha detto...

eheheh grazie per questi stralci di vita dinamista...

davanti a queste semifinali di playoff mi viene in mente che se c'è una cosa che ci serve è un po' della solidità che stanno esibendo (sigh) cantù e soprattutto siena, vere macchine da guerra, carri armati schiacciasassi...

ilbattelloebbro ha detto...

...nel post dei ringraziamenti hai scritto di essere onorato di aver visto sani-boy vestire la maglia della dinamo: quant'è forte porca miseria! un vero spettacolo per chi ama il basket,e non spettacolo fatto di schiacciate-stoppate-o-alley-oops, spettacolo fatto di intelligenza, esperienza,tecnica,tattica... un vero onore vederlo tra i nostri!

SoloDinamo ha detto...

grazie a te.
speriamo che Becirovic resti, sarebbe un buon tassello per la nuova Dinamo. Per quanto riguarda i play off personalmente non voglio parlarne! Pensiamo all'anno prossimo.