venerdì 17 maggio 2013

Gara 5. Senza spiare, senza sputare, è massacro: 81-58

una recente immagine di "Klaus" Aradori :)


La Dinamo non ha bisogno di spiare gli allenamenti degli avversari, per vincere. La Dinamo non ha bisogno che il suo pubblico sputi addosso agli avversari, per vincere. La Dinamo non ha bisogno che il suo pubblico faccia gavettoni di birra e acqua agli avversari, per vincere. Può avere contro qualche arbitro, com'è successo nel primo tempo in maniera scandalosa oggi, ma quando la Dinamo ritrova se stessa e gioca, la Dinamo vince.

Cantù è venuta in Sardegna bella baldanzosa, convinta di fare sua la contesa, e stamane agli allenamenti tenuti ad Alghero si è anche concessa il lusso di arrivare quasi a sfasciare i canestri della palestra messa a sua disposizione, lasciando poi la stessa palestra [da ospite] senza salutare i tanti curiosi. Trinchieri più di tutti ha mantenuto questo atteggiamento spocchioso, beh... si ha rimangiato tutto, e a capo chino la sua squadra è stata umiliata per forza maggiore da una Dinamo che ha comandato la partita col piglio del Boss. Avete presente Bruce Springsteen quando sale sul palco imbracciando la sua Fender Stratocaster, e al suo fianco inizia a suonare la sua E Street Band? Beh, se non lo sapete l'avrete capito stasera, guardando coach Meo Sacchetti e i suoi fantastici ragazzi.


Ecco come parla Sassari

Sempre sopra, sempre avanti, sempre attenti e cinici. Nessuno ha giocato più di 28'. Tutte le voci a referto indicano una certosina stesura di asfalto fresco fresco: la Dinamo ha tirato meglio da 2, da 3, ai liberi, ha preso più rimbalzi (35-33), dato più assist (17 a 7), perso meno palloni di Cantù (12 contro 20), ha dato 5 stoppate (contro 0), per una valutazione complessiva che imprime un marchio indelebile sulla miglior partita di sempre giocata dalla Dinamo nei playoff di Lega A: 103-37. 9 giocatori a referto, 9 hanno dato almeno un assist! Standing ovation. La Dinamo ha vinto tutti i quarti, sia chiaro, e se qualcuno avesse ancora dubbi si rilegga le cifre.


Far convivere rabbia e concentrazione non è facile, Meo è riuscito a trovare la chimica giusta, come fa Panoramix per la tribù gallica, e la pozione è stata dolce come una birra artigianale del Regno Unito (ne sto bevendo una proprio adesso, davanti al pc). Annichilita Cantù, an-ni-chi-li-ta, e ora si torna in Brianza per una Gara-6 in cui le fondamenta del Pianella avranno da tremolare: non sappiamo ancora se per la solita salva di sputi o gavettoni (o si dovranno inventare qualcosa di nuovo... sventagliate di mitra? bombe a mano?) o se invece per la gragnola di punti che la Dinamo potrà mettere a referto se giocherà come stasera.


Torniamo un attimo alla partita. Avvio deciso, con tanti errori da ambedue le parti, ma la Dinamo va avanti. Nel secondo quarto uno della terna (non faccio nomi, tanto chi ha visto sa benissimo di chi si tratta) si inventa l'impossibile, e lo fa con certosina provocazione: a Trinchieri viene concesso di entrare in campo durante le azioni di gioco, Sacchetti invece minacciato di fallo tecnico, poi arriva una sfilza di liberi per gli ospiti che non riuscivano più a segnare, e infine il 3° e 4° (tecnico) fallo fischiato a Easley, proprio dopo che il ragazzetto senza umiltà Joe Ragland aveva protestato sbattendo il pallone per terra in modo plateale e offensivo. Il palazzetto esplode, e il ruggito di rabbia arriva fin fuori, ma l'arbitro fa finta di niente la prima volta (Ragland) e impugna la mazza nella seconda (Easley). Ma la Dinamo non arretra di un centimetro, e fa della sua difesa una trincea. Il secondo tempo è guidato dalla Dinamo per 15' a tutta birra, con una ferocia belluina, poi amministrato in un finale in cui la terna arbitrale punisce eccessivamente i lombardi, e fra cori di sfottò e applausi scroscianti si termina con l'innocua/inutile tripla di Leunen.


I ragazzi sorridono spesso!

Qualcuno ha avvisato anche Peter Ezugwu, che ha salutato la vittoria della sua ex squadra scrivendo su FACEBOOK : "Mi hanno detto che stasera i giocatori di Cantù hanno visto il Diavolo al Palaserradimigni, è vero? Welcome to Hell! E vai!!!!".

Passiamo ai singoli. Iniziamo da Tony Easley. Limitato dai falli, ha però tirato 3 stoppate che hanno annichilito e spazzato via le folate offensive dei canturini; una sua bimane nel finale su assist di Becirovic ha messo la ciliegina sulla torta. Manuel Vanuzzo: l'avete già clonato? E' il fratello piccolo? 3 su 4 da tre, 2 su 2 da due, 4 rimbalzi. Ha azzerato Leunen e Scekic. Cosa volete di più? Clonarlo, appunto. Bootsy Thornton: è stato impreciso al tiro, spesso nervoso, ma ha catturato 5 rimbalzi e marcato alla perfezione il più alto Brooks. Drake Diener: partenza col botto, tanti punti subito, poi equilibrio nella scelta dei tiri; anche 5 rimbalzi in aiuto nel pitturato, dove Tyus nel primo tempo ne aveva arpionati ben 9. Travis Diener: la solita marcatura asfissiante dei 3 play avversari che si sono alternati su di lui, ma uno dopo l'altro hanno dovuto chinare il capo; TD#12 ha tirato poco, ma ha subito 5 falli e regalato 5 assist pazzeschi ai compagni; Ragland era talmente imbestialito per non essere riuscito a batterlo (Travis ha difeso bene oggi) che Trinchieri lo ha richiamato in panca due volte prima che si compromettesse con qualche fallo tecnico (a dire il vero, come detto, uno ci sarebbe stato nel primo tempo, ma...). Dalla panchina è venuto fuori un immenso Drew Gordon: minutaggio appena più alto dovuto ai problemi di falli di Easley, e un'energia inesauribile ed esplosiva; 9 rimbalzi, 2 schiacciate atomiche e 2 assist quando raddoppiato, ma anche una tripla al bacio. Come lo marchi uno così? Sani Becirovic: 11 punti e 3 assist ma soprattutto una lettura chirurgica degli adeguamenti difensivi dei lombardi; Sani si sta divertendo (non è l'unico, visto come sorridono Vanuzzo e TD#12 dopo i pick and pop chiusi con la tripla) e sta sospingendo la squadra col suo talento cristallino. Brian Sacchetti: pochi punti, 3 rimbalzi, e una difesa sporca che ha fatto saltare i nervi a Leunen e Mancinelli. Jack Devecchi: anche lui più positivo dietro in difesa che davanti, una francobollo-ventosa da incubo. Infine Mauro Pinton: per lui solo garbage-time.


Novità di oggi per la Dinamo: in difesa più zona del solito, con adeguamenti a uomo nei secondi finali, in attacco più apertura ai lati del campo per consentire incursioni nel pitturato; visto che Cantù aveva paura delle triple, la Dinamo si è buttata sotto con decisione, e lì ha vinto la partita.

Drake in volo

E' finita? Manco per le pere. Il 3-2 arrivato così è pesante, ma bisogna tornare al Pianella, non per riposarsi e puntare su una gara 7 che sarebbe pericolosa, ma per chiudere la serie con autorità. Dipende dalla Dinamo: se gioca come sa, ciao ciao Cantù (e fine di sputi, gavettoni, insulti ma anche fine degli sfottò ricevuti in rete), se si siede davanti allo specchio, sarà un 3-3 che nessuno vuole vedere. I ragazzi sono stanchi, ma sanno che Cantù ha le spalle al muro... va attaccata alla giugulare. Perciò azzeriamo tutto e puntiamo il mirino su domenica sera, con cinismo.
Skywalker
*
E ORA SCRIVO IO ! Oggi sono morto e risorto ! Distrutto, afono. Il pubblico di Sassari ha dato una prova di forza e di (sana)cattiveria alla squadra più antipatica mai vista al PalaRoberta. 
Se si comportassero bene e fossero leali, sarei il primo tifoso del Cantù, in fondo è una squadra di provincia, come noi, ma così non è purtroppo. Oggi la Dinamo è stata spinta imperiosamente fino alla vittoria da un pubblico che non ci voleva stare. A dire il vero, con quella rabbia e quei muscoli (RABBIA E STILE ?!) la Dinamo avrebbe vinto anche al campetto della San Paolo di via Besta in assenza di spettatori. Sì, perchè nessuno stavolta si è tirato indietro:
-nel sempiterno Commando, qui in settore "C" tutti avevano un oggetto rumoroso in mano e tanta rabbia in corpo da smaltire; al sesto play off consecutivo (2008-2013!) non dà alcun segno di cedimento, ma anzi si irrobustisce di nuova linfa;
-in settore "D", dove le api-operaie faticano per 40", centimetro dopo centimetro, per risorgere come collettivo, sempre con una bandiera in mano e l'altra sul cuore;
-i notabili/descamisados del settore "A" fronte panche, con camicie sollevate a punzecchiare Trinchieri, l'ineffabile uomo con cravatta rosa-shocking; Drew Gordon volando li voleva abbracciare tutti?
- i "bolliti" in senso buono dei distinti "B", calorosi, appassionati, sempre presenti e sempre attenti ai cori. Ma che caldo lassù !
-qualche noto penalista sassarese che si sbracciava (era ora) attestato nella zona "buona" delle poltroncine verdi .
Insomma un tripudio e un bello scossone alla squadra della guardia-tuffatrice Aradori, alla presunzione di Ragland e ai toni muscolari, forti ma inutili, di Tyus; di Mancinelli non diciamo più nulla, uno che ha rifiutato la maglia Dinamo merita ASSOLUTA NONCURANZA. Vedasi coretto a lui appositamente dedicato.
Ed ora pronti per domenica prossima. Buttiamoli fuori e andiamo avanti. Perché io martedì prossimo ho un impegno, non ci sono, ho altro da fare. OK ? Ma sono certo che il team Dinamo sa bene quello che deve fare e non avranno bisogno di alcun consiglio !
Forza ragazzi. 
SoloDinamo
Klaus Di Biasi.....un mio mito giovanile !
17.5.2013, tifo & ironia

7 commenti:

SoloDinamo ha detto...

ciao! sono senza voce e a un certo punto mi son dovuto fermare perchè avrei compromesso le mie corde vocali.
Grande Dinamo !
Capitan Trinchetto sta ancora giocando a nascondino e Aradori il palombaro l'hanno portato alle PISCINE....
a domani per foto e video !!!

ilbattelloebbro ha detto...

... ieri pomeriggio quando ho visto che videolina avrebbe trasmesso la partita mi è quasi venuto un colpo, stavo per autoinvitarmi a casa di un amico dotato di sky poi ho appreso che la partita l'avrebbero trasmessa solo in terra sarda, pazienza... alcuni amici avevano programmato per ieri sera di andare ad un concerto-tributo dei pink floyd ma sono rimasto in casa, incollato alla radiocronaca... ho sentito i mille boati libidinosi degli spalti e seguito la sinfonia diretta dal maestro sacchetti...

però che ingiustizia, voi vi godete le epiche cavalcate vittoriose al palaserradimigni e a me toccano le batoste al pianella! domani speriamo che a cucciago la dinamo giochi da dinamo... incrociamo le dita, stringiamo il coltello tra i denti

SoloDinamo ha detto...

ciao Bat! ben ritrovato...ma non era possibile vedere Videolina sul digitale terrestre oppure con parabola, VideolinaSat? Ho capito, occorre comunque il bouquet Sky.
Io l'avevo revocato nel lontano 2003 dopo una dura lotta ingaggiata con una telefonista-stalker che mi chiamava a tutte le ore.
Mi spiace che lì a Cucciago sia andata così, pazienza, comunque c'è gara-6 domenica prossima, così come "promesso" da Travis ai tifosi canturini che lo "omaggiavano".
sarà dura, per tutti.
sul resto, ho postato un nuovo video e varie altre cosette...
un saluto a tutti

ilbattelloebbro ha detto...

sì, videolina la si può vedere con sky ma mi hanno detto che ieri sera la partita sarebbe stata "criptata" nella penisola... grazie per i video... anch'io per il giorno di gara 7 ho un impegno di lavoro e non potrei nemmeno stare davanti alla tv o alla radio, davvero, quindi... ditelo a travis & co... domani sarò al pianella con la mia maglia blu-sassari e le corde vocali pronte ad uno sforzo sovrumano... alla radio si sentivano benissimo ieri sera i cori per il mancio e per pietro-il-tuffatore...

saluti

SoloDinamo ha detto...

allora...per Travis non ci sono problemi :) aveva già promesso che sarebbe stato a Cantù per domenica,
;-)
ma martedì spero che abbia altro da fare insieme a tutta la truppa ... quindi speriamo di chiuderla lì. Una partita alla volta.
I cori di ieri erano veramente sentiti e sinceri ... ahahahahah

Blogaventura ha detto...

Sempre entusiasmante la mitica Dinamo... prima o poi devo venir su a godermi una partita dal vivo. Un salutone, Fabio

SoloDinamo ha detto...

Ok Fabio ti aspettiamo con piacere.
Ricorda che questo blog è molto seguito in quel di Cagliari :)
ormai la Dinamo si propone sempre di più come squadra di una intera Isola.

a presto !