sabato 11 maggio 2013

Gara 2. Vanuzzo nella battaglia, la Dinamo va 2-0

questo "ragazzo" farà strada.
L'avevamo detto: Cantù non era la squadra di gara 1 e si è visto. Oggi abbiamo avuto una partita durissima, a lungo senza padrone, poi prima i lombardi poi la Dinamo hanno allungato le mani sul match in una battaglia senza esclusione di colpi. Sì: colpi. Oggi ne abbiamo visto tanti, e l'errore della terna arbitrale è stato di cambiare metro con frequenza, mandano in tilt le due squadre. La protesta finale di Leunen sull'ultimo fallo commesso su Travis Diener è l'emblema della difficoltà dei due quintetti a fronteggiarsi senza sapere se il fischio arriverà o no.

Cuore di Capitano

Cantù ha pestato molto, oggi. La Dinamo invece meno di avantieri. Sportellate a più non posso, contatti al limite del fallo quasi sempre eppure... 3 tiri liberi per Sassari e nessuno per Cantù nel primo tempo. Misteri della natura? Fate voi.

Dove ha vinto la Dinamo? Nella testa. Ma il controsorpasso finale ha un protagonista con due attributi grandi così: il capitano Manuel Vanuzzo! Penetrazione da assist, due triple, due rimbalzi decisivi. Quando la squadra agonizzava sotto le botte canturine (soprattutto TD#12 oggi ha patito molto, alla fine barcollava in campo) è stato Manuel a prendere per mano i suoi e firmare rincorsa, pareggio e sorpasso. Pazzesco. In mezzo qualche fiammata di Drake e Bootsy.

Tante botte oggi, ma Travis non molla

Oggi la Dinamo ha cercato anche la zona (anche se poco), e ha patito tantissimo la difesa sui pick and roll. Ragland è stato immenso, forse il migliore in campo, anche se sul finale un errore grave lo ha commesso. Cantù ha attaccato con costrutto, sfruttando i punti deboli nei mis-match (nei blocchi la Dinamo cambiava sempre), e in difesa ha appena riempito di più l'area. Per fortuna che Sassari ha tirato col 50% dall'arco, altrimenti staremmo commentando una sconfitta. E poi i rimbalzi, una caporetto: 35-21, e questo perché Trinchieri stavolta non ha snaturato i suoi quintetti e ha giocato quasi sempre con due lunghi.

La vittoria della volontà, ma anche l'immagine della stanchezza (Travis come detto ha caracollato negli ultimi 5' e Sani - col tutore adesivo alla gamba - non ne aveva). Ma non lamentiamoci: Cantù pativa l'assenza di Aradori, e ha lasciato ai box anche Cusin (non stava bene avantieri, si vedeva) e Mancinelli. Il fatto è che i lombardi possono pescare bene in panca, oggi si è visto.


Passiamo ai singoli, e iniziamo come di consueto dal quintetto. Stanchi ma produttivi i due Diener: in due hanno messo su 12 falli subiti, 12 assist, 38 punti e sono rimasti in campo un'eternità (37 e 35 minuti - solo Leunen ha fatto di più: 39'!). Bene anche Thornton, più preciso al tiro da fuori che da sotto. Bootsy ha anche cercato di far osservare agli arbitri le plurime infrazioni di "palla accompagnata" commesse da Ragland ogni volta che incrociava o cambiava passo, ma non c'è stato niente da fare. Ottimo Vanuzzo, come detto. E' il mio MVP: quando la squadra era quasi in ginocchio ha alzato il volume della radio e lanciato la volata (e che volata: 35 punti di squadra negli ultimi 10', quando sono entrate alcune triple che in precedenza il ferro aveva sputato via). Easley oggi era sotto tono: ancora preoccupato di subire le stoppate di Tyus, non ha mai attaccato il canestro in uno contro uno. Meglio Gordon (e siamo quindi alla panchina), il quale dopo un primo tempo difensivamente da cartellino rosso, è entrato con la testa nel match e con una tripla (sì, quella che ha fatto esplodere il palasport) ha imboccato la via del furore agonistico. Brian Sacchetti ha avuto meno spazio del solito, ma la sua tripla l'ha messa a referto lo stesso. Jack Devecchi è ancora improduttivo al tiro, ma sta tappando i buchi della difesa (oggi non all'altezza). Sani Becirovic, forse non stava bene sulle gambe, infatti ha inciso meno del solito.


Possiamo dire che oggi il quintetto è stato spremuto più del necessario. Non so come arriveranno i tre esterni titolari a gara 3, credo sarà durissima per loro (Tabu oggi ha riposato molto, e correrà tanto lunedì). Nota particolare: i 21 rimbalzi della Dinamo sono stati presi a grappoletti di 3 da 7 giocatori. Troppi extra possessi concessi agli ospiti.

Siamo comunque 2-0 (1-1 l'altro quarto di finale, dove Roma senza Lawal ha massacrato Reggio Emilia), questo conta. Ora bisogna riposare bene e partire per Cantù cercando di vincerne almeno una. Sarà durissima, soprattutto per un motivo: Trinchieri (a differenza di Meo) ha già trovato gli accorgimenti tattici giusti per sfruttare i nostri punti deboli. Servirà allora qualcosa di speciale.

Eagles Cantù a Sassari...due campionati fa:

Dinamo-Virtus BO, gara1 del 17 maggio 2012:
video
Dinamo-Cantù, gara1, ingresso in campo del 9 maggio 2013:
video

4 commenti:

ilbattelloebbro ha detto...

... quanta sofferenza! come sempre un'analisi a caldo puntuale e competente, concordo in primis sull'elogio al capitano...

un preludio alla sofferenza che ci attende al pianella...

un saluto e, citando il post, "siamo comunque 2-0"

SoloDinamo ha detto...

Uff Luca che fatica !!! Si sapeva che in gara-2 sarebbe stato tutto diverso e l'atteggiamento di Cantù si è visto subito nel giro dei primi 4 minuti. Stavolta ho avuto paura, mannaggia.
Però ieri nessuno dei Nostri ci teneva a perdere davanti a quel pubblico strabocchevole e sono riusciti a rientrare nel 4° tempino. La Dinamo ha sempre risorse nascoste e stavolta hanno assunto il nome di :
Bootsy-nothing man (come lo chiamo io), che ha messo due bombe assurde totalmente sotto pressione per la marcatura e in equilibrio precario;
e Manuel Vanuzzo, un giovincello che bisognerebbe seguire con più attenzione, secondo me farà strada sto ragazzo? Come? E' del 1975? Ah, non me ne ero accorto, ha l'età di Mazzarino che invece ne ha toppato parecchie e ha perso lo smalto.
A fine partita mi sono fatto rilasciare un autografo che immediatamente copio e replico.
Quanto a Easley e DiLiegro, propongo il loro inserimento nel Commando a tempo indeterminato, la curva ha bisogno del loro apporto e il loro incitamento dalla panca è stato costante! Ottimi tifosi :)
Il Commando: solo un 7 stavolta, mentre in gara-1 gli ultras meritarono un bel 8.
Infine nota di demerito per quei pochi IDIOTI che nel settore D alto hanno infastidito i tifosi del Cantù, giunti in ritardo per un incidente in auto mentre si spostavano dall'aeroporto.
Dire "fuori" al tifoso ospite che viene da lontano è quanto di più assurdo si possa fare in un palazzetto, e "non fare mai agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te".
L'amico non si tradisce in questo modo. E infatti si sono incavolati, è normale, avrei voluto vedere ciascuno di noi in trasferta.
Al Pianella lunedì prevedo inondazioni, come direbbe Zucchero.
E ora avanti tutta per vincerne almeno una lassù a Cucciago anche se sarà assurdamente dura...questi sono i play off, si lotta e si vince e non c'è un domani.
Alè ragazzi !

Skywalkerboh ha detto...

Ecco perché sono arrivati in ritardo...
Quando son venuti la loro squadra era sopra.
Quel coro "fuori!" mi ha fatto schifo: bella figura davanti agli Eagles...

SoloDinamo ha detto...

ogni tanto mi prendo delle solenni incavolature...ieri è capitato così e ci sono fatti che quasi mi rovinano la bellezza di una grande partita e di un grande risultato.
Purtroppo è tutta gente che non fa una trasferta neppure a Porto Torres, quindi non hanno proprio l'idea di cosa significhi andare in un palazzetto avversario a prendersi gli sberleffi. Ormai il palaSerradimigni è infestato di modaioli che
3-4 anni fa non sapevano neppure in che serie giocasse la Dinamo.