domenica 27 gennaio 2013

Dinamo rullo compressore. 106-90 su una tostissima Sutor


Pronti, via: 12-20 in meno di 5'. Che è successo? Sassari allo specchio, Montegranaro a vele spiegate. Poi cambia tutto: time-out di coach Meo e la squadra cambia registro. Inizia qui la lunga cavalcata targata biancoblu, mentre gli ospiti, privi di Slay (si sapeva) e il play Steele (questa è la sorpresa), calano alla distanza ricucendo solo nel finale un divario che a metà del terzo parziale era a 30 punti di distacco (70-40), La Dinamo è arrivata quasi alla sua media punti al 30' (85 punti), poi è stata accademia, con qualche strafalcione inevitabile a condimento. 

Drake al tiro: un mitra. Perfetta meccanica di tiro

Penso che la partita sia tutta qui, e in qualche flash: Ignerski che attacca l'area, e diventa devastante; DiLiegro che stoppa rumorosamente l'ultimo tiro; Spissu che infila la tripla e completa l'11 su 11 magico (tutti a referto gli uomini scesi in campo); il +31 nella valutazione di Mastro Drake; gli applausi a scena aperta a Valerio Amoroso, che quando decide di giocare è letteralmente immarcabile.



Oggi la Dinamo arrivava alla partita con tanti punti interrogativi: Pinton con la caviglia a rischio (Meo l'ha messo in campo solo nel finale); Vanuzzo fermo ai box (ha fatto il riscaldamento: pretattica intimidatoria?); Ignerski e Brian Sacchetti a rischio stiramenti. Ma anche la Sutor aveva i suoi grattacapi: abbiamo già detto di Slay e Steele (novello papà), ma oggi anche Di Bella non stava bene, e Burns nel finale non ha visto il campo. Due infermerie contro? Forse sì. Però lo spettacolo c'è stato, e di gran fattura. Montegranaro ha fatto vedere cosa può fare, e in questo girone di ritorno credo che allungherà sulle inseguitrici, togliendosi qualche soddisfazione. Recalcati (purtroppo snobbato in tribuna stampa dai giornalisti - avete sentito l'audio? Incredibile...) ha solo da sorridere, e oggi ha avuto risposte importanti da un giovane (Campani) che ha affondato 3 schiacciate imperiose.

Oggi, tolti i primi 5', abbiamo visto per larghi tratti la Dinamo che ha frullato Siena e Biella, e all'orizzonte vede già una Cantù ferita nell'orgoglio (grande vittoria di Roma, la vera sorpresa del campionato) per una partita importantissima. Varese intano ha vinto ai supplementari in casa di una indomita Avellino, e continua anche se zoppicando la sua corsa vertiginosa.



Torniamo alla partita. Recalcati oggi ha alternato la zona 2-3 a una uomo che copriva bene le prime linee di passaggio, ma dietro la coperta era troppo corta: è là che Sassari ha costruito gran parte del suo gioco, Easley e Ignerski hanno trovato buoni spazi sotto, e quando la Premiata Sutor ha tirato la coperta, è dall'arco che sono arrivate le triple: una pioggia irrefrenabile. Sassari ha tirato col 46.4% dall'arco, mentre nei tiri all'interno dei 6.75 è Montegranaro che ha costruito tanti punti: un 69.4% da fantascienza (la Dinamo ha fatto "solo" un favoloso 62.2%), fate voi. La Dinamo ha trovato gli assist di TD#12 (9), e di Drake (8), 21 in totale, e ha vinto anche a rimbalzo (di nuovo! e Ignerski sotto canestro pesa anche in questa voce) 34-27 (8 del solo Drake!).



Il discorso sui singoli è facile, e non mi dilungo granché: tutti hanno evidenziato la perfetta coesione nel gioco corale. 11 a referto, 5 in doppia cifra, un altro percorso netto dal'arco (3 su 3) per Brian, 125 (contro 90) la valutazione complessiva. Oggi do' la palma del migliore a Drake, e questo per il 31 nella valutazione e poi perché col Travis Diener di questi tempi (favoloso, anche in difesa) ogni tanto gli spot vanno puntati anche sugli altri.

Bootsy riprende a sorridere: ci piace

Nelle ultime 3 partite la Dinamo ha una media sopra i 100, sta volando, e ora i suoi preziosi ingranaggi potrebbero trovare nuova linfa (speriamo solo in positivo, siamo ottimisti, va') nell'innesto di cui tutti parlano. In tribuna oggi girava voce che martedì ci sarà la firma, e Meo ha respinto con stizza le domande della stampa dicendo che di quel tema se ne parlerà a partire da domani. Il vero domani della Dinamo è Cantù (tanti tifosi in partenza, il bus del Commando di Mario e Giovanni è sold-out), andiamo avanti passo per passo. La strada è ancora lunga.

1 commento:

SoloDinamo ha detto...

copertina per Travis Diener.
Il migliore con il suo +25.
Ho scoperto che il play ha un enorme popolarità tra il gentil sesso...beh ma lui se lo può permettere.
Speriamo che la moglie non sia gelosa, a parte gli scherzi mi auguro che Travis resti a Sassari anche l'anno prossimo e che possa giocare nella Nazionale. Con la barba, senza la barba, l'essenziale è che non si adiri troppo e che ascolti sempre il coach.
Saluti a Travis, alla moglie e saluti a tutti.