lunedì 5 marzo 2012

Dinamo a riposo, campionato infuocato

il fotomontaggio postato da Gentile, "sgradito" a Siena
Travis "abbattuto" da Stonerook (sempre a beneficio degli smemorati)
tanto non l'aveva fatto apposta, vero ?
La Dinamo è ancora nel gruppo delle seconde, ecco la notizia che speravamo di sentire ieri sera. Il turno di riposo ci ha permesso per un weekend di sederci in poltrona e assistere a uno dei turni di campionato più selvaggi di questo biennio.

Iniziando dall'ultima partita, annoveriamo l'ennesima bastonata impunita di Stonerook, stavolta ai danni di Gentile: prendendo uno sfondamento, l'ala americana ha pensato bene di calare i gomiti in avanti per colpire sul viso il giovane talentuoso figlio di "Nandokan", e il risultato è stato all'altezza della nomea del mulatto con la fascia. Gentile ha spruzzato di sangue l'area dei tre secondi senese ed è dovuto uscire per una medicazione complicata; da quel momento per lui pochi minuti, sterili, e con la beffa degli insulti dell'antisportivo pubblico toscano, che ha visto bene di fischiarlo e insultarlo a dovere solo perché aveva il viso completamente ricoperto di sangue. Gli arbitri dal canto loro non hanno fatto niente... anzi, nel corso della partita Taurino & Co hanno visto bene di permettere a Siena una mattanza in pieno stile tonnara siciliana, sorvolando quasi su ogni botta e anzi punendo oltremisura i milanesi (due falli tecnici per proteste, sacrosante, alla fine del primo tempo; un discutibile antisportivo nel rovente finale). Sia chiaro che non è una questione di "arbitraggio permissivo" o "arbitraggio stile eurolega"... il regolamento parla chiaro su cosa sono i falli e sul sanzionarli, sta poi al cervello e alla professionalità di chi ha il fischietto in bocca regolarsi di conseguenza.
Siena pertanto allunga a 32 punti mentre Milano resta a 26. Stessa classifica per la Dinamo, a riposo, per Venezia (vittoria sontuosa sabato pomeriggio a Teramo, una partita mai in discussione), infine Cantù e Bologna, ma con destini diversi. Cantù ha vinto con autorità ad Avellino, mentre Bologna ha subito un'umiliazione d'altri tempi in quel di Varese. Non basta a giustificare la débacle felsinea l'assenza del faro Sanikidze (la Dinamo ha vinto a Milano senza Travis Diener); Varese ha trovato la giornata perfetta al tiro (60% da due e 46,4% da tre) e ha smazzato 19 assist (contro i 5 dei bolognesi), e quando si aggiustano queste varianti la macchina della squadra biancorossa è all'ennesima potenza.

Appena più dietro, detto della sconfitta degli irpini con Cantù, annoveriamo una sorpresa: Pesaro sconfitta in casa da una solida Caserta, la quale dopo un mese e mezzo di non gioco ha rimesso a posto gli ingranaggi e si sta presentando al finale di stagione in forma smagliante. Pesante sconfitta per Biella, in casa contro Montengranaro, e vittoria al fotofinish di Treviso su Casale, alla decima (se non sono di più) sconfitta per 1-3 punti. Provate ad immaginare queste dieci partite con esito diverso e guardate la classifica...

Casale è sempre più sola, in coda al ranking, dato che Cremona ha frullato L'Acea Roma (prossima avversaria della Dinamo, proprio mercoledì sera). E proprio questa è la partita da temere. Roma ha battuto Siena nello scorso turno di campionato, Roma ha preso schiaffi ieri a Cremona: una squadra quindi dal potenziale enorme, ma con meccanismi psicologici tutti da capire, una mina vagante pronta ad esplodere in qualsiasi momento. Insomma: il classico avversario da non sottovalutare e da prendere con le molle.

In questa settimana di riposo per i colori sociali sassaresi, sono arrivate le notizie riguardanti la partecipazione di Travis Diener e Tony Easley all'All Star Game di Pesaro. Il play di Fond Du Lac è stato chiamato da coach Trinchieri e fare da spalla a Hickman e Green; sinceramente date le condizioni di salute di Travis, sarebbe stato meglio non andare a correre rischi inutili, ma tant'è... Invece il lungo di Columbus andrà a mostrare il suo potenziale esplosivo nella gara delle schiacciate, al cospetto di James White vincitore lo scorso anno, assieme a Polonara (il teramano volante ) e Coleman. Sarà certamente uno spettacolo: chi arriverà secondo? Già: si gioca a Pesaro, e White parte favorito anche per questo.

1 commento:

SoloDinamo ha detto...

giustamente hai inserito il video della gara delle schiacciate vinta ad Assago da James White, ex giocatore della Dinamo e capocannoniere del campionato 2010-2011 (meglio dirlo, magari qualcuno nel frattempo se n'è dimenticato...).
Anche io ho visto l'episodio di Alessandro Gentile, accaduto dopo un solo minuto di gioco. Lì per lì ho smoccolato parecchio all'indirizzo di "cabbu d'antunna" (io lo chiamo così, per via della capigliatura) beccandomi la severa reprimenda dell'intera famiglia.
Per chi non lo sapesse sono contro la violenza nel basket. E mi ricordo sempre l'episodio di Travis Diener, "abbattuto" in volo mentre era lanciato a canestro, in quel di Siena. Con successivo controllo clinico nell'ospedale senese. Da chi? Da Stonerook manco a dirlo. Qualche stolto che si spaccia per grande intenditore di basket aveva detto "eh, ma lui è un giocatore esperto!". Sarà esperto in pestaggi, non ne dubito e conclusivamente mi auguro che questo signore non metta mai piede in nazionale. Sul pubblico di Siena non dico nulla, a parte che ci vuole fegato a prendersela con un giocatore con la faccia piena di sangue! Tutta l'Italia ha visto.
La sfuriata di Scariolo contro la terna dovrebbe servire a far riflettere qualcuno, almeno spero.
La prossima partita a Roma, palaTiziano, è uno snodo importante per il campionato della Dinamo, una vittoria ci lancerebbe parecchio in ottica play off.
Forza Dinamo !!!