domenica 30 ottobre 2011

cugini, gregari, mediani...

Jack, uno di noi !

Filloy in maglia Soresina

GAME DAY. Oggi è il gran giorno della sfida contro Milano. Tutti recuperati a parte Travis Diener. Che risente degli acciacchi alla schiena patiti dopo una brutta scivolata sul campo di Cremona. Una palla persa, un  calcio di rabbia su una protezione, una mossa innaturale. Un po' come era avvenuto lo scorso campionato nei play off, l'americano non potrà esserci contro l'Olimpia. Sarà anche l'addio per Keith Benson, un giocatore arrivato con molte speranze ma deludente sotto vari aspetti. Bye bye Kito. Sarà anche il giorno della sfida in famiglia: Gallinari e Devecchi , cugini di primo grado, originari di San'Angelo Lodigiano. Jack è più grande di tre anni del suo famoso cugino "americano", porta gli occhiali come lui ma ha una marcia in più: la fidanzata sassarese. L'origine è la stessa, quasi identica trafila nelle giovanili (Casalpusterlengo e Milano per Danilo; grande scuola Olimpia Milano per Jack, che è praticamente un ex in questa avvincente sfida). Danilo è un vincente, uno che è stato scelto nei draft NBA addirittura da Mike D'Antoni. Un onore per qualsiasi cestista italiano; ma anche Jack è un vincente, ha ottenuto due promozioni in A con Montegranaro e Dinamo. E' sorridente e disponibile con tutti, mai un atteggiamento ineducato in campo. Eccolo qui, lui segna , mentre io li riprendo dalla curva:

video




A me piacciono i giocatori come Jack, umili, gran faticatori, sempre pronti a correre, difendere, rubar palla, portar palla, chiudere i varchi, fare i blocchi ecc. Insomma, un mediano alla Lele Oriali. E un gregario, in fin dei conti, è stato pure il papà di Danilo, Vittorio. 
E sempre in tema di gregari, mi viene in mente un altro protagonista della partita di oggi: Ariel Filloy, panchinaro della EA7 Milano. Uno che conosciamo bene dai tempi di Soresina, lui ha compiuto una lunghissima trafila in Legadue cambiando varie volte squadra, anche se in verità il suo cartellino era saldamente nelle mani dell'Olimpia. Dopo un bel campionato a Pistoia, si sta guadagnando spazi e minutaggio a Milano. A dire il vero, anche l'argentino di Cordoba è un ex ! Ha giocato infatti, quando aveva solo 16 anni, qui a Sassari nella dinamo2000 (C2) e l'anno prima nella Silver Porto Torres (B2). Un po' come Mario Ghersetti che sta facendo meraviglie con Brescia in Legadue. Altro argentino con il cuore a Sassari, e tante amicizie in Sardegna.
Insomma, una partita con molte stelle americane, ma anche con gregari umili, tanto silenziosi quanto importanti per la causa. E nell'attimo in cui il coach li chiama dalla panca, con un semplice gesto, sanno già quello che dovranno fare. Sono lì per questo. Sanno bene che dovranno dare il massimo entro un tempo limitato. 
Una vita da mediano. "Casomai" vinci i campionati e a volte, anche i big match.
Alè Dinamo !

Claudia Firino su isolabasket.it/




Nessun commento: