domenica 24 aprile 2011

grazie Dinamo


HIGHLIGHTS- Air Av-Dinamo 
23.4.2011: grazie Dinamo. La Polisportiva ha raggiunto la matematica salvezza con quattro settimane di anticipo. Se la vedano tra loro: in ordine sparso, Brindisi, insabbiata a 16 punti, il gagliardo e duro a morire Teramo, che riesce a battere Montegranaro (inguaiando coach Pillastrini e i suoi uomini, impantanati a quota 20), Angelico Biella, che perde in casa contro Varese, in una "volata" a quattro che sinceramente non invidiamo a nessuno. Oggi si poteva vincere, per festeggiare il 51° anniversario della Polisportiva Dinamo Sassari, ma non è stato possibile soprattutto perché l'avversaria era di tutto rispetto. Air Avellino, anche se ridotta dalle assenze, è riuscita a fare una gran partita grazie ai suoi uomini migliori, prima di tutto Green, poi Lauwers e Omar Thomas, un giocatore che contro di noi si esalta sempre (vi ricordate i tempi di Brindisi? Che razza di giocatore ha lasciato andar via la NBB!). Un po' di rammarico, perché si è pregiudicato tutto con l'ennesima falsa partenza nel 1° tempo, che ormai è diventata una costante della Dinamo: anche contro la Virtus siamo stati sotto (due volte) per -12, idem contro la Lottomatica, rimasti a -11 nel terzo tempino, ma in entrambi i casi gli uomini di Sacchetti sono riusciti a raddrizzare la situazione. Forse il momento topico della partita contro la Air è stato quando a 3 minuti dalla fine Vanuzzo ha avuto nelle mani la bomba del - 2 (si perdeva di cinque, una costante per tutto il secondo tempo); il doppio tentativo è finito nelle mani della difesa di Avellino,che forse a quel punto avrebbe potuto risentire psicologicamente nel sentirsi il fiato sul collo. Si è giocato in una bolgia, il pubblico avellinese è tra i più caldi d'Italia, in fondo la Scandone resta una squadra che è riuscita seriamente a mettere in difficoltà Siena. Un ciclo di partite durissime ci aspetta, la strada dei play off dovrebbe passare attraverso un fantastico 3 su 3, forse al di là delle possibilità della Dinamo attuale anche se nulla nel basket si può dare per scontato. Varese-Siena-Cremona, 4 punti sono alla nostra portata ma potrebbero non bastare perché la concorrenza è agguerrita anche in vista di una possibile classifica avulsa in caso di arrivo in volata.
Ho un solo rammarico, in questo campionato comunque splendido: la partita gettata via in casa contro Montegranaro, persa banalmente per una errata gestione del finale (se quella bomba  di Tsaldaris fosse entrata ...la posizione in classifica oggi sarebbe ben diversa).
Ho avuto un flash(mob) - grande l'eco a livello nazionale dell'iniziativa fortemente voluta da un gruppo ristretto di tifosi e che ha quindi visto la partecipazione totale del pubblico sassarese nella partita contro Lottomatica Roma. Il video che ho condiviso sull'home page dà conto di quale fosse l'atmosfera al palaSerradimigni durante la partita del 17 aprile. Un'iniziativa che ha colpito tutti. Una prova di forza e di passione autentica. In questa bella LETTERA di Mundele, tutti i retroscena dell'iniziativa, nata quasi per caso durante la bella trasferta di Bologna, che ci si augura possa raggiungere i risultati sperati, cioè di sensibilizzare "persone volenterose" sul problema dell'assenza di sponsor che attanaglia in questo momento il futuro della Dinamo.
Vorrei la pelle nera - grande riscontro, almeno qui a Sassari, per la civile protesta originata dall'episodio di intolleranza razziale patito da Abiola Nnana Wabara, ala della GEAS Sesto S.Giovanni (A1), e sollecitata dalla FIP in persona del suo presidente Dino Meneghin. Moltissime persone presenti alla partita del 17 aprile avevano sul viso un segno di colore nero, prova tangibile di solidarietà a chi ha subito un gesto tanto ignobile quanto insensato. La nostra posizione è chiara e netta fin dall'inizio, l'aggressione purtroppo vi è stata nonostante le tesi "negazioniste" e sottilmente ipocrite e la stessa atleta ha ringraziato tutti per la splendida solidarietà dimostrata, in varie forme, in tantissimi contesti sportivi. 
Il basket, sport libero, multirazziale, ormai globale, non ha bisogno di certi personaggi modello "esportazione da altri sport minori"; ci impegneremo in futuro affinché certi episodi non abbiano a ripetersi.
Il campionato riprende da domenica prossima. Sono arrivati alcuni bei segnali dalla trasferta di Avellino: la forma ritrovata di Tsaldaris, la buona partita di AlaDiener e del capocannoniere White, il minutaggio di Sacchetti (Brian ha stretto i denti nonostante l'infortunio rimediato a Treviso). Contro Varese sarà l'ennesima battaglia, stavolta l'impagabile pubblico è chiamato ad un impegno suppletivo in un orario per noi congeniale, la domenica sera, senza dirette TV. Mancano ancora Devecchi, in fase di recupero, e Pinton, tenuto a riposo; forse questi giocatori sarebbero stati utili contro Avellino, ma non abbiamo la controprova. E' stata promessa una chance anche a Jiri Hubalek, che non gioca dai tempi della partita di metà dicembre contro la Virtus Bologna. Anche il ceco vuole riscattarsi in una stagione assai poco positiva e ben diversa dalla precedente che lo aveva visto protagonista indiscusso.
Ad ogni modo, non si può che essere soddisfatti ed orgogliosi di questa Dinamo, che al primo campionato da debuttante conquista un'onorevole salvezza e lotta attualmente per una posizione nella griglia play off. Chi ci avrebbe giurato, a settembre ?
Forza Dinamo, ora e sempre !



http://video.repubblica.it/sport/l-inghilterra-del-calcio-contro-gli-slogan-razzisti/66688/65195
quello che precede è un video anti-razzismo realizzato nel football inglese: pericolosi elementi neonazisti, autori di messaggi xenofobi, si annidano nelle tifoserie delle maggiori squadre britanniche. 
Contro tutto questo, occorre reagire:
SPORT AGAINST THE RACISM


Le Persone Hanno Il Potere

Stavo sognando, nei miei sogni,
un aspetto luminoso e fiero
e il mio sonno è stato spezzato
ma il mio sogno ha indugiato qui vicino
sotto forma di valli splendenti
dove riconoscevo l'aria pura
e i miei sensi si aprivano nuovamente
Mi sono risvegliato al grido
che le persone / hanno il potere
di riscattarsi / il lavoro dei folli
sugli umili / la doccia del perdono
è decretato / le persone comandano

Le persone hanno il potere
Le persone hanno il potere
Le persone hanno il potere
Le persone hanno il potere

Aspetti vendicativi diventano sospetti
e piegarsi in basso come per sentire
e gli eserciti cessano di avanzare
perché le persone hanno le orecchie
e i pastori e i soldati
giacciono sotto le stelle
scambiandosi opinioni
e buttando via le armi
nella polvere
sotto forma di / valli splendenti
dove riconoscevo / l'aria pura
e i miei sensi / si aprivano nuovamente
Mi sono risvegliato / al grido

Ritornello

Dove c'erano deserti
ho visto fontane
come crema le acque si ergevano
e noi passeggiavamo lì insieme
senza niente da deridere o criticare
e il leopardo
e l'agnello
dormono insieme veramente vicini
Stavo sperando, nelle mie speranze,
di richiamare ciò che avevo trovato
Stavo sognando nei miei sogni
Dio sa / una vista più pura
mentre mi abbandono al mio sonno
ti affido i miei sogni

Ritornello

Il potere di sognare / di comandare
di liberare il mondo dai folli
è decretato, le persone governano
è decretato, le persone governano
ASCOLTATE
credo che tutto ciò che sognamo
possa riuscire a passare attraverso la nostra unione
possiamo far girare il mondo
possiamo far fare il moviemento di rivoluzione alla terra
noi abbiamo il potere
le persone hanno il potere
(patti smith)

2 commenti:

Blogaventura ha detto...

Esprimo anch'io tutta la mia solidarietà ad Abiola. Il razzismo è sempre una cosa vergognosa e ancor di più fa rabbia quando si manifesta nello sport che dovrebbe favorire la solidarietà e la fratellanza fra i popoli. Volevo anche dire che son felice per la salvezza della Dinamo. Su questa squadra bisogna veramente puntare perchè è l'orgoglio di un isola. Un abbraccio e Buon Primo Maggio, Fabio

SoloDinamo ha detto...

grazie Fabio
buon I maggio a te !