venerdì 17 dicembre 2010

Dinamo - Benetton per il rilancio


Un rilancio deciso: di questo ha bisogno la nostra Dinamo domani sera. La classifica sta mutando considerevolmente di domenica in domenica e i sassaresi hanno bisogno di muoverla, con la seconda (e difficile) partita interna consecutiva.
La Dinamo arriva a questo scontro con Tsaldaris e Sacchetti un po' acciaccati: il primo ha ripreso ieri gli allenamenti, il secondo ha problemi ad una mano e non si sa se giocherà. La Benetton dal canto suo avrà sicuramente fuori il centro titolare Nicevic, leone dell'area colorata, terzo miglior marcatore dei suoi e secondo rimbalzista, un giocatore molto fisico (proprio quello che crea problemi alla Dinamo).
Ma vediamo nel dettaglio la Benetton. La prima cosa che salta agli occhi è la lunghezza e l'equilibrio del roster, dimostrata dal fatto che i punti sono equamente distribuiti fra tutti (solo due giocatori sono in doppia cifra come media punti a partita: Moitejunas e Smith), idem per i rimbalzi. Treviso segna quasi quanto la Dinamo, ma concede molto meno. Identica è la media del tiro da 2 (54,7%), appena più alta quella del tiro da 3 (32,2% contro il nostro 29,9%), mentre ai liberi è quasi la stessa. Treviso poi cattura quasi 35 rimbalzi a partita (la Dinamo quasi 32), e come la Dinamo recupera più palloni di quanti ne perde. Il conto degli assist infine è quasi pari.
I punti in classifica sono gli stessi, ma le due squadre vi sono arrivate in maniera diversa: mentre Sassari è partita molto bene, facendo sognare i propri tifosi sin dal principio, Treviso invece ha stentato, ritrovando solo nell'ultimo mese continuità di rendimento e risultati.
Coach Repesa è noto per l'attenzione maniacale con la quale prepara le partite, e con ogni probabilità Travis Diener (nella foto / Dinamo Magazine) sarà l'oggetto principale delle sue attenzioni. Ormai un po' tutti l'hanno capito: bloccare lui significa togliere un buon 50% al potenziale della Dinamo. Sacchetti dal canto suo ha impostato le cose più sul "giochiamo noi" che sul "blocchiamo loro", e questo perché a causa del lungo infortunio di Diener (in via di ripresa) e dei vari acciacchi avuti da tutti i giocatori, gli allenamenti sono stati spesso orfani della totalità della rosa e il gioco espresso in campo spesso ne ha risentito.
Due cose servono più di ogni altra alla Dinamo domani: una forte attenzione dentro la propria area, per controllare i rimbalzi, e una maggiore propensione ad attaccare l'area colorata, per avere qualche fischio in più. I fischi degli arbitri sono stati un altro problema della Dinamo, poco rispettata e fin troppo penalizzata dalle terne arbitrali di turno. Chissà che domani non si possa vedere equilibrio da parte di chi ha il fischietto in bocca.

Appuntamento ore 20:30, per l'ennesimo tutto esaurito, a Sassari è di moda.

.

2 commenti:

Blogaventura ha detto...

Forza Dinamo!!! Blogaventura Reporter è sempre con te. Un abbraccio, Fabio

SoloDinamo ha detto...

forza Dinamo !
HASTA LA VICTORIA SIEMPRE !