martedì 13 luglio 2010

la passione non ha prezzo


La dirigenza della Dinamo ha sciolto "la riserva" ed esattamente un mese dopo i festeggiamenti per la meritata promozione in serie A, ad una settimana di distanza dalla piccola manifestazione di Piazza d'Italia, ci ha fatto sapere che sì, è possibile partecipare al prossimo campionato di serie A. I fondi sono sufficienti, le garanzie sono state date, le risposte sono arrivate e - insomma - i patron della Dinamo e gli altri soci sono in grado di imbarcarsi in una nuova avventura senza temere che la navicella Dinamo si sfracelli contro pericolosi scogli prima ancora di essere arrivata nel mare aperto della Serie A. Non giudico nessuno, ma dico semplicemente che certe cose, come la passione sportiva, il legame con il club, l'attaccamento alla città in cui sei nato, sono immensamente più importanti di un conto profitti e perdite che deve quadrare alla perfezione.
Resta il prossimo video, che parte dalla vittoria interna con Reggio Emilia fino ad arrivare...ad Anthony Frederick, cioè il memorabile passato ed il glorioso presente della Dinamo, che sono lì a ricordare che certi valori non hanno un prezzo. Tutti quei ragazzi, più o meno giovani che si vedono nella clip lo sanno perfettamente, e conoscono i tanti sacrifici affrontati per seguire la squadra in giro per l'Italia. Buona visione.

2 commenti:

Skywalkerboh ha detto...

Bel video, complimenti! OH YES!
E ora bboniamoci tutti, ma proprio tutti!

Su come sono andate le cose fino a oggi in quest'ultimo mese... non sapremo mai davvero tutto... ma non conta: siamo nati per soffrire e correre :)

SoloDinamo ha detto...

sono contento che il video piaccia; bene, YT mi ha bloccato la versione originale con i pezzi di Bruce (copyright), si tratta di My love will not let you down,Cover Me e Streets of fire, ho ricaricato con le COVER e "tutto va bene madama la marchesa".Inutile dire che di quelle stesse canzoni circolano migliaia di video non ufficiali...anche su youtube.
Sul resto, siamo "nati per rincorrere" come dice Morozzi, ;-) però abbiamo intelligenza e capacità di comprensione sufficenti per capire dove finisce la verità e inizia la balla.Rispetto per il pubblico!