mercoledì 9 giugno 2010

mediani, gregari, eroi veri e combattenti nati

canestro di Jack Devecchi contro Rimini:


Mi sembra doveroso dedicare un bellissimo video tratto da youtube a Jack Devecchi, da Sant'Angelo Lodigiano, cugino del più noto "gallo" dell'NBA.
Una vita da mediano, una vita a correre, chiudere i varchi, recuperare, stoppare, farsi trovare pronto sugli scarichi per il tiro da 3 (con bei risultati, finalmente!), e soprattutto difendere. Sue le
due triple importantissime dall'angolo. Ma non dimentichiamo che lui è e rimane il "ministro della difesa", pronto al sacrificio esattamente come Lele Oriali. Un calciatore vero che ha onorato la Nazionale.
A proposito, a quando la chiamata in Nazionale per Jack, di anni 25, una vita da gregario ? Jack is back in town.
Sinteticamente su questa gara-2 vinta di soli due punti dopo aver dominato di ben quindici, quasi sciupati nella furibonda rimonta di Veroli negli ultimi quattro minuti:
JASON ROWE ci ha messo il cuore, pur sfortunato al tiro, quando è tornato in campo dopo molti minuti ha preso ben dieci rimbalzi . Teoricamente avrebbe subito 2 falli, secondo il tabellino, in realtà c'è stato qualche fallo non fischiato che lo ha estremamente innervosito in attacco fino a perdere la lucidità (si è beccato anche un antisportivo e non è da lui). Stoppata regolarissima su Hines lanciato a canestro, ma diversamente valutata dagli arbitri. Jason, YES WE CAN.
Su Marcelus KEMP c'è poco da dire rispetto a quanto già detto e scritto qualche riga più in basso. Il nostro vero uomo play-off. Acquisto perfetto della coppia Mele-Sacchetti.
VANUZZO "il pescatore" mette a segno 18 punti pesanti come l'oro, finalmente fiducia nei tiri, attenzione e concentrazione con 4 rimbalzi, 5/8 da tre come nel suo periodo migliore ed un +15 (corroborante) di valutazione.
Jiri HUBALEK ...17 punti : sacrificato su Hynes, giocatore difficilmente marcabile e devastante anche a rimbalzo di attacco. Ci aspettiamo dal boemo ulteriore grinta, come in gara 5 contro Casale e in gara-4 contro la Carmatic. Allora sarebbe perfetto.
BINETTI : nel terzo quarto 5-6 minuti da point guard con i fiocchi. Un uomo su cui contare, su tutto il resto rimando a poche righe più giù. "Tu vuò fà l'americano" ;-)
Franz CONTI non è riuscito a difendere su Hynes - peraltro immarcabile - ma deve sbagliare di meno; un peccato -nel primo tempo- quel pallone perso nel colorato con gli avversari a due metri di distanza.
Baldassarre : I'm waiting for Patrick. Ha avuto il grande merito di conquistare un fallo e andare in lunetta negli ultimi due secondi.

(ecco il video degli highlights di Devecchi, ringrazio Baingio su YT)

Tony Binetti: dopo un finale di regular season sotto tono, il paisà con passaporto italiano ha ritrovato verve e sostanza nella costruzione del gioco.
Un vero "vice-Rowe" che sta risultando preziosissimo in questi play off
estremi
YES, WE KEMP ! 30 punti, 40' giocati, 7 palle recuperate, +39 di valutazione. Like a wrecking ball, like a rolling stone (si parla di un suo futuro in legaA - Lottomatica ha tastato il terreno - e pensare che qualcuno mise in dubbio il suo talento)
1-1. La panchina festeggia, il campo di Veroli è stato espugnato. Noi tutti ci crediamo.
Per chiudere l'inno dei Sassarini, "Dimonios". Per domare la Prima Veroli venerdì 11 giugno anche in gara-4 sarà necessaria una prestazione esemplare di tutti, squadra, società e pubblico. Sarà battaglia, ed allora mettiamo la "bandiera di guerra".
FORZA PARIS ! Fino alla fine.

Ruiu su coro
e s’animu che lizzu
cussos colores
adornant s’istendarde
boh! boh!
e fortes che nuraghe
a s’attenta pro mantenere
sa paghe.
Sa fide nostra
no la pagat dinari
Aioh! dimonios!
Avanti, fortza paris.

(Rosso il cuore
e l’animo di giglio,
questi colori
adornan lo stendardo
boh! boh!
e forti come nuraghi
sempre vigili per mantener
la pace
La nostra fedeltà
non si compra col denaro
Andiamo, demoni!
Avanti! Forza, insieme)
[dall’Inno della Brigata Sassari]

-tutte le foto sono di Legadue-Ciamillo (c)-

Nessun commento: