mercoledì 5 maggio 2010

bound for the glory


Un grazie di cuore al Comitato Per La Dinamo e a tutti coloro che,
nel corso degli anni, hanno reso possibile che il sogno diventasse realtà.

la Dinamo negli anni 1972-'73: in piedi a sinistra il ragionier Diana.
Una Dinamo vincente: campionato 1988-'89, coach Mario De Sisti
Ceccarini e Vinicio Mossali alla festa del Ruscello, Alghero (1989)

Anthony Frederick # 15, campionato 1992-'93

Lino Lardo, play della Dinamo dal 1990
l'ultimo time-out prima della vittoria che valse la salvezza ad Imola, nel campionato 2004-2005 (coach Giorgio Valli).
una indimenticabile Dinamo: quella del 1992-'93, con Frederick, F. Casarin, Bonino, E. Rotondo, Miller, Ballestra, Vicinelli, ecc. Campione d'inverno (proprio come nel 2010!)
1993-'94 : Mastroianni, "iceman" Bonino, Curcic, il mitico Irving Thomas, Franco Picozzi, Zaghis, "albatros" Longobardi, Angius, Casarin, Salvadori, Manu Rotondo...
campionato 1985-'86: la squadra che si garantì il diritto di accedere alla B di eccellenza (a discapito di Parmalat Brindisi): Roberto Samoggia, Pirisi, Carrabs, Bacci, Costantini, Angelo Longo, G. Guarino, Mauro Canu, G. Mazzoleni, M. Cabitza, Pierre Cafaggi, coach Cerioni ecc.
il tamburo degli EAGLES Sella&Mosca, il primo gruppo ultras della Dinamo (1979), sempre presenti sulla tribunetta del vecchio C.O.N.I., "in alto a sinistra" ;-)
Qui sotto, la preziosa maglia (con dedica) di Federico Casarin

La maglia da gara di Massimo Bini
la maglia del pivot algherese Peppone Pirisi, una garanzia in difesa:

Dal sito ufficiale della Dinamo:
23 aprile 1960 – Immagini e ricordi di un cinquantennio

A conclusione della mostra “23 aprile 1960 – Immagini e ricordi di un cinquantennio” organizzata il 23 aprile 2010 per festeggiare i primi 50 anni della Dinamo desideriamo ringraziare pubblicamente tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione e alla buona riuscita della manifestazione.
Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno contribuito alla raccolta della splendida documentazione fotografica che tutti abbiamo potuto apprezzare ed in particolare allo studio fotografico Anteprima Immagine di Salvatore Madau che ci ha consentito di poter scegliere gli scatti più significativi estraendoli dal proprio vasto archivio in aggiunta a quelli della Nuova Sardegna e dei singoli appassionati , senza dimenticare Foto Amica che li ha elaborati e stampati. La raccolta del materiale storico: tute, magliette,canotte, pantaloncini, sciarpe, cappellini , ecc. è stato per noi particolarmente emozionante sia per i ricordi che ciascuno di quegli oggetti era in grado di rievocare sia per i particolari dimenticati che dal racconto dei protagonisti di un tempo riemergevano con quello struggente languore legato al tempo felice di una passata gioventù.

E come potrebbe essere altrimenti osservando l’ immagine del nostro mai dimenticato Presidente Giovanni Pilo forse nell’ unica foto che lo vede impegnato in una partita di basket sul campetto di San Giuseppe o ammirando la vetrina allestita in ricordo del giocatore/ giornalista Flaminio Mancaleoni che tante partite di basket ha commentato sulle pagine della Nuova Sardegna.

Ed infine soprattutto i titolari degli esercizi commerciali di via Roma che non solo hanno messo a disposizione le loro vetrine e le hanno allestite con gusto, ma si sono anche fortemente impegnati nella ricerca di quella armonia che solo l’ evidente attaccamento alla nostra squadra poteva rendere possibile; a tutti voi grazie!.

Ci tenevamo molto a festeggiare questa ricorrenza convinti come siamo che la Dinamo vada ormai al di là del semplice fatto sportivo e che sia radicata profondamente nel tessuto sociale della città di Sassari e dell’ intera. Sardegna .

La partecipazione dei cittadini e dei supporters ci pare abbia decretato il successo della manifestazione . Per quanto ci riguarda noi abbiamo cercato di fare del nostro meglio e se qualcuno non ha gradito del tutto e avrebbe preferito qualcosa di meglio, vorrà dire che cercheremo di accontentarlo alla prossima occasione.

Non possiamo comunque chiudere senza una riflessione sull’ attuale aspetto sportivo. Domenica iniziano i play-off di un campionato comunque esaltante con un girone d’andata talmente stratosferico da consentire che un girone di ritorno molto deludente non impedisca di chiudere la regular season al secondo posto della griglia play off, piazzamento che tutti avremmo con piacere sottoscritto all’ inizio del torneo. Adesso, proprio perché la situazione è molto difficile, è giunto il momento di compattarci, di mettere da parte i rimpianti per una ghiotta occasione perduta e di unire tutte le forze per fare corpo unico con la squadra e con la dirigenza con l’ obiettivo di ritrovare nel corso dei play off quella sinergia che nella prima parte della stagione ci aveva resi invincibili. Forza Dinamo, sempre e comunque!

COMITATO PER LA DINAMO

3 commenti:

Skywalkerboh ha detto...

Babbo ha contribuito con una foto incorniciata della Sella & Mosca, io con due sciarpe e un gagliardetto, tutto molto bello!

Forza Dinamo

Anonimo ha detto...

Anch'io ho contribuito! Con cosa si dovrebbe intuire :)
Dev'essere stata una bellissima mostra, mi spiace un sacco non averla potuta ammirare dal vivo.

claudia

SoloDinamo ha detto...

@ Luca, ma il tuo papà l'ho conosciuto l'altro giorno in edicola :-) mi sono presentato, vedendolo ho capito chi era, un vecchio tifoso dei tempi del C.O.N.I. Chiss dove diavolo sono le magliette della Numera, quelle del 1989, ricordo un azzuffatorio terribile per prenderle ai giocatori (comunque Luca, guarda che nel nuovo libro di Roberto Sanna ci sei proprio tu, alla fine della partita di Trapani, con tanto di bandiera!!! Bella foto).
@ Claudia, sì, è andata bene, ma secondo me non è stata seguita dalla gente come avrebbe dovuto (forse se l'avessero fatta in una galleria commerciale a 3 km dal centro ci sarebbe passato il mondo...tristezza, la gente ormai diserta il centra e si butta nei mega-store).