domenica 28 marzo 2010

TRANSFORMER



"Lo strano caso del dr. Jekyll and Mr Hyde"
(ringrazio Pinox(r) per il brillante suggerimento ).

Scafati 101 - Dinamo 73.
E per ora basta così.


www.pianetabasket.com
Decima giornata di ritorno e Bialetti che affronta la capolista Sassari in una gara che i gailloblù hanno cercato di preparare al meglio per mettere in carniere punti preziosi per la propria classifica. Calvani si affida ad un quintetto inedito con Filloy, Goss, Apodaca, Muurinen e Chiacig; dalla parte opposta, coach Sacchetti schiera Rowe, Kemp, Devecchi, Vanuzzo e Hubalek. Parte bene Sassari con Vanuzzo che piazza un parziale di 5-0. La Bialetti si riprende immediatamente e mette a segno un parziale di 16-5 col quale si porta sul +6 (16-10) a 3'50" dal termine della prima frazione. Apodaca e Filloy sono le principali bocche da fuoco scafatesi e Muurinen è un osso duro da superare in difesa, soprattutto a rimbalzo. Così, i gialloblù chiudono la prima frazione sul +10 (22-12). Nella ripresa del gioco, ancora Scafati fa la voce grossa, con un Ruini strepitoso nel tiro dalla lunga distanza (3/4 nel secondo quarto). E' proprio Ruini a portare, con una tripla, la Bialetti sul +16 (43-27) ad 1'40" dal riposo lungo. Sassari, poi, riesce ad accorciare sul -13 (43-30).- Al rientro in campo dopo la pausa lunga, Sassari riesce a ricucire il gap ed a portarsi a stretto contatto con la Bialetti. Marcelus Kemp mette a segno 8 punti in poco più di 2' ed il Banco piazza un parziale di 10-3 col quale si porta sul -6 (46-40) a 7'30" dall'ultimo riposo. La Bialetti, però, è determinata e lucida e non si fa sopraffare dalla capolista del campionato. Se Ruini ha trascinato la Bialetti nel secondo quarto, questa volta è Goss a caricarsi sulle spalle i gialloblù ed a mettere praticamente la parola fine al match. Il folletto statunitense infila tre triple in un amen che hanno il merito di surriscaldare il PalaMangano e di riportare Scafati sul +16 (62-46) a 4' dal termine della terza frazione. Il bombardamento dalla lunga distanza è completato dai dardi scagliati da Muurinen e Filloy ed il +18 è servito (68-50) ad 1'40" dall'ultimo riposo. Per Sassari diventa pesante la situazione falli ed i soli Vanuzzo e Kemp riescono a trovare la via del canestro contro una asfissiante difesa scafatese. I due atleti di coach Sacchetti permettono al Banco di non affondare e di restare sul -16 (72-56) al termine della terza frazione. L'ultimo quarto si apre con un'azione di prepotenza di Muurinen, che va a segno di forza, subisce fallo e segna l'aggiuntivo che vale il +19 per i gialloblù (75-56) a 9'40" dal termine della gara. Kemp, Vanuzzo, Rowe, Binetti ed il fischiatissimo Hubalek (reo di aver colpito con un pugno al torace Ruini, a gioco fermo e con premeditazione) riescono a tenere botta ed il Banco è a -14 (87-73) a 4'41" dal termine. A 2'37", Vanuzzo è costretto ad uscire dal campo per raggiunto limite di falli e la gara dei sardi finisce praticamente così. Ruini, Filloy e Goss trovano canestri in ogni modo e la Bialetti si porta sul +22 (95-73) ad 1'35" dal termine, ovvero quando il pubblico di casa inizia a chiedere la presenza del rientrante Busca in campo, proprio contro la sua ex squadra. Il momento tanto atteso (poco più di quattro mesi di stop per il padovano, a causa dell'infortunio al tendine d'Achille) arriva ad 1'28" dal termine del match, quando rileva l'applauditissimo Phil Goss. Per Sassari continua il digiuno di canestri (i sardi non vanno a segno per più di 5'); la squadra di coach Sacchetti non riesce a schiodarsi da quota 73, mentre Scafati, sulle ali dell'entusiasmo, riesce a fare tutto bene. Si chiude col più che meritato successo per 101-73, un successo figlio di una prestazione superlativa al cospetto della prima della classe. Ed ora sotto con Imola, altro match interno che si giocherà giovedì prossimo, sempre alle 20:30.
IL TABELLINO
BIALETTI SCAFATI-BANCO DI SARDEGNA SASSARI 101-73
BIALETTI SCAFATI: Muurinen 14, Goss 17, Ruini 14, Busca, Apodaca 19, Ferrara 2, Filloy 14, Fattori 7, Rush 2, Chiacig 12. Allenatore: Calvani.
BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Binetti 9, Kemp 18, Devecchi, Manca ne, Rowe 9, Baldassarre 1, Conti ne, Vanuzzo 22, Colombo ne, Hubalek 14. Allenatore: Sacchetti. ARBITRI: Caroti-Di Francesco-Ciano. NOTE: parziali 22-12, 43-30, 72-56. Tiri liberi: Bialetti 21/24, Banco di Sardegna: 16/21. Usciti per 5 falli: Vanuzzo.


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho esaurito le mie parole sul forum... Mi pare un incubo.
Stasera con RE-BR mi son rifatta gli occhi. Grinta, strategia e BASKET!

cla

SoloDinamo ha detto...

ok ti leggo sul forum. Reggio Brindisi l'ho vista da mia madre, col satellite. Gran bella partita di basket, ma era fantastico anche il derby Vigevano CasalP. Cosa devo dire, non credo che qualcuno abbia "voluto" questa delusione, ma dire che ce la siamo meritata non mi pare un azzardo. E poi abbiamo fatto tutto da soli, perdendo 4 trasferte in modo terrificante.
Brindisi è una squadra completa, noi siamo un assemblaggio di talenti buoni e di discreti italiani. A volte gira, assai spesso no.
Ne riparleremo.